Agli Oscar 2020 manca l'omaggio a Luke Perry

Nel memorandum che è stato proiettato nel corso degli Oscar, non è stata ricordata la morte di Luke Perry e il web insorge

Si sono conclusi nella notte di domenica 9 febbraio gli Oscar del cinema e, l’edizione del 2020, ha visto trionfare (a sorpresa) il coreano "Parasite". Una kermesse che anche questa volta ha celebrato il cinema e tutte le sue sfumature, ha osannato le leggende, i vivi e purtroppo anche chi non è più tra noi. È tristemente celebre il video di commemorazione in cui vengono ricordati attori, attrici e personaggi dello spettacolo che non sono venuti a mancare nel corso del 2019. E anche quest’anno gli Oscar hanno ricordato tutti i volti noti che sono passati a miglior vita. Il momento è stato scandito dalla voce vibrante e suadente di Billie Eilish. La cantante attraverso la canzone "Yesterday" dei Beatles, ha ricordato tutti, ma proprio tutti i personaggi celebri di Hollywood. Non proprio tutti, però. Perché come hanno riportato diversi utenti di Twitter, tra i tanti non è stato celebrato e ricordato il mitico Luke Perry.

L’attore è morto a 52 anni nel marzo del 2019, a causa di una serie di complicanze dovute a un aneurisma celebrare. Luke Perry è stato il mitico Dylan di Beverly Hills, 90210 e il padre di Archie Andrews nella celebre Riverdale. Ma lo scorso anno, anche se in un piccolo ruolo, ha preso parte al film "C’era una volta … a Hollyood", pellicola di Quentin Tarantino. In una scena, in uno degli ultimi ciak poco prima della sua morte prematura, Luke Perry ha diviso lo schermo con il celeberrimo Leonardo diCaprio, protagonista del film. E così nel memorandum che è stato proiettato nel corso della serata, Perry non ha trovato posto, diventando una tra le star dimenticate del piccolo e del grande schermo. Eppure, alla notizia della sua morte, sono stati molti i personaggi che si sono uniti al cordoglio, ricordando il gran cuore di un uomo che da solo si è fatto strada nel mondo dello showbiz.

Oltre a Luke Perry non è stato ricordato neanche Cameron Boyce che, all’età di 20 anni, è morto nel sonno. Per fortuna però un omaggio all’attore è stato rivolto in pompa magna durate i Sag Awards. Non solo è stato ricordato con un video tributo ma anche il regista ha voluto ringraziare tutti gli attori, vivi e non, che hanno resto tale il film. Agli Oscar intanto non sono mancati i ricordi a Doris Day, a Kobe Bryant, Danny Aiello e Kirk Douglas.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.