Le Parodi cambiano "Domenica In". Ma è sempre flop

"Domenica In" prova a cambiare formula e di fatto Cristina Parodi conduce, la sorella Benedetta è ai "fornelli": bocciate dal pubblico

Per Domenica In è ancora flop. Il contenitore del pomeriggio di Rai Uno ha nuovamente perso la sfida con Domenica Live guidato da Barbara D'Urso. Le sorelle Parodi hanno fatto registrare il 10, 74 di share contro il 20,75 del programma di Canale 5. Di fatto il programma di Rai uno prova ad aggiustare la mira. E così è stata rivisitata la formula del format. Infatti Cristina Parodi ha preso in mano il timone del programma. La Parodi ha infatti deciso di dedicarsi alle interviste di approfondimento e raccontare storie. Tra queste c'è anche quella della mamma di Michelle Hunziker, Ineke che ha parlato del periodo in cui la figlia ha vissuto in una setta. Per la sorella Benedetta è stato ritagliato un ruolo ai "fornelli". Dunque è stata divisa la coppia di conduzione che nelle prime puntate aveva guidato in contemporanea il programma. Benedetta Parodi ha fatto il suo ingresso nel programma solo alle 16:00 per cucinare. Poi alle 17:00 un'altra ricetta. Ma la conduttrice vera e propria è rimasta Cristina che ha poi intervistato diversi ospiti tra cui Valeria Marini e Ami Stewart. Ma a quanto pare la rivoluzione nella formula non ha permesso alle sorelle di recuperare il gap con Domenica Live che resta saldamente al comando della domenica degli ascolti.

Infine sul flop di "Domenica In" è intervenuto anche il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri: "Ieri soltanto Rai Uno è riuscita ad andare peggio del Pd. I dati di ascolto di Domenica In e di altri programmi del pomeriggio sono allarmanti. Continua poi il disastro di Fazio, sconfitto in sovrapposizione da una banalissima fiction del competitor. Nè le cose vanno meglio il sabato sera, con il programma di Marcorè fermo al 12 per cento che viene più che doppiato dalla concorrenza. Tutto ciò dimostra che alcune trasmissioni e alcuni protagonisti andrebbero messi in panchina. Ci vorrebbe, insomma, una gran bella turnazione stile Di Francesco, l’allenatore della Roma". E ancora: "Forse sarà il caso che la Commissione di Vigilanza, nell’interesse dei telespettatori, della Rai, degli incassi e della solidità del servizio pubblico convochi al più presto il nuovo direttore di rete. Ci toccherà parlare perfino con lui per capire le ragioni del disastro in atto, anche se per i rimedi sarà più facile che la Commissione stessa li possa trovare che non chi è stato chiamato per risollevare le sorti della rete".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 06/11/2017 - 15:59

chiudete l'inutile baraccone rai, quanti miliardi si spendono per delle nullità

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 06/11/2017 - 16:15

Lo sapete che Il Giornale, Libero e La verità vengono sistematicamente oscurate nelle edizioni di RAI News ? Lo sapete che i politici non pd vengono sempre ripresi dalle telecamere con colori alterati o sfumati e sempre senza simboli del partito ? Mentre i politici del pd vengono ripresi quasi in HD ! Basta registrare con la video-camera ed inviarne copia alla cosiddetta Vigilanza....possono farlo le Jene ?

massmil

Lun, 06/11/2017 - 16:15

Potrebbe pure andare peggio in RAI, non mi interessa, è lo specchio di cosa vuol dire impresa pubblica. Vedere Mediaset per capire cosa invece vuol dire impresa privata. Mai i sinistroidi, con i soldi dei contribuenti, se ne FOTTONO.

flip

Lun, 06/11/2017 - 16:48

rR.A.I. Rubate Agli Italiani.

baronemanfredri...

Lun, 06/11/2017 - 18:21

CONOSCO RAGAZZI CHE LAVORANO IN UN RISTORANTE POSSO DARE L'INDIRIZZO E IL NUMERO DI TELEFONO DI QUESTO RISTORANTE COSI' VENGONO ASSUNTE TUTTE E 2?

MOSTARDELLIS

Lun, 06/11/2017 - 18:56

Forse ancora non è chiara una cosa di base: il problema non sono le Parodi, non è Fazio (in verità lui è un grosso problema), ma è la RAI. E' un baraccone politico che deve essere chiuso, ci siamo stufati di vedere e di sentire cavolate e di pagare il canone. Credo che la pubblicità abbia superato pure le TV private.

ilbelga

Lun, 06/11/2017 - 19:08

in una azienda seria se uno non rende va mandato a casa...

Malkolinge1603

Lun, 06/11/2017 - 20:01

Se trasmettessero 2 bei film della commedia all'italiana ogni domenica risparmierebbero soldi, umiliazioni, aumenterebbero la cultura a discapito di quei poveri deficienti che guardano la TV per conoscere una ricetta è soprattutto manderebbero a casa la più piccola Delle sorelle Parodi che è veramente imbarazzante.

bremen600

Lun, 06/11/2017 - 20:09

COMUNISTI INVIDIOSI,ACIDI,SPOCCHIOSI,SIETE FALLITI.PD= PARTITO DEFUNTO E BEN VI STA'. AVETE SCHIANTATO I VOSTRI SUDDITI CON TASSE,TASSE e ANCORA TASSE,COSA PENSAVATE DI VINCERE?SIETE PROPRIO POVERI DI TESTA,IL POTERE VI HA LOGORATO L'UNICO NEURONE.ORA ANDATE A FARVI FO.......

Ritratto di bracco

bracco

Lun, 06/11/2017 - 20:27

Gestione RAI ad uso clientelare. Rai 1...Rai 2 ....rai 3 la sinistra le ha ocupate tutte. Basta con i furti nelle bollette di energia per mantenere questi personaggi buoni a nulla. La destra e centrodestra lo ten ga presente, va abbolito questo furto, i soldi se li guadanino per bravura e non per politica, tutte e due a lavare i piatti alla mensa Rai

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 06/11/2017 - 21:35

Figurati la vigilanza...

apostata

Lun, 06/11/2017 - 22:53

Questo prima ancora di essere un insuccesso che pregiudica l’intera carriera (l’altra carriera era da ridere), è un fatto esistenziale da rifletterci su. Siamo nel vicolo cieco, tutti son messi alla prova, è un appassionante gioco delle parti. Da un lato c’è la rai la più trista congrega di esibizionisti capaci di produrre solo volgarità e c’è un ometto messo lì a fare il dg per giochi più grandi di lui. Dall’altro c’è la sorella grande, era all’apice dell’apprezzamento, ma non le bastava, voleva altro ed è andata fuori di testa, ha detto: una settimana a roma no, mi sta stretta, voglio stare a bergamo e semmai a roma ci vengo un giorno la settimana, ma accompagnata da mia sorella che si sacrifica e lascia i fornelli. La spocchia era la dell’hillary prima di andare a sbattere. Ora l’interrogativo che appassiona è: come faranno tutti quanti a uscire dal labirinto. Non è facile! Uno solo sta peggio di loro: fazio.

GiovannixGiornale

Lun, 06/11/2017 - 23:00

Quel che la sinistra tocca muore. Il guaio è che a pagare siamo noi.

GiovannixGiornale

Lun, 06/11/2017 - 23:02

Quel che sinistra tocca muore. E i soldi ce li rimettiamo noi.

lavieenrose

Lun, 06/11/2017 - 23:15

cristina parodi moglie di giorgio gori già sindaco di bergamo, candidato pd alla regione lombardia, novello renzi in pectore. benedetta parodi cognata di cotanto personaggio. E chi se ne frega dello share con un parente simile?

il sorpasso

Mar, 07/11/2017 - 08:26

Basta con queste buffonate politiche! Cosa vi aspettavate che gli italiani adorino Fazio e le sorelle Paroli: ASSOLUTAMENTE NO!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 07/11/2017 - 08:29

se i programmi costosissimi per le nostre tasche non vanno,vanno chiusi a seduta stante.sciogliere il contratto faraonico del fazio,restituisca il preso,e vada in pensione..

sakai389

Mar, 07/11/2017 - 08:58

.....ma c'è gente, che ancora riesce a vedere le baggianate propinate da una massa d'incompetenti alimentati dall'immeritevole canone ?

Albius50

Mar, 07/11/2017 - 08:58

Ma perché la RAI non paga i CONDUTTORI solo in base all'indice di ascolto ovvero NULLA IN ANTICIPO pagamento a FINE TRASMISSIONE se raggiunto la percentuale di ascolto concordaa su contratto.

routier

Mar, 07/11/2017 - 09:02

Se la RaiTV dimostra di non saper fare il suo mestiere è fisiologico che affoghi nei suoi insuccessi. I media devono sopravvivere con i loro mezzi, non attraverso il parassitismo di tasse (vedi canone) imposte senza merito.

gigo1946

Mar, 07/11/2017 - 09:13

Nom ce l'ho con le sorelle Parodi povere sciocchine che credono. di essere all'altezza di chi sa quale cronista,ce l'ho con il programma. Se loro capissero quello che la stampa scrive nei loro confronti come minimo si dovrebbero ritirare e al diavolo il loro compenso.Avrebbero guadagnato in dignità.In fondo hanno da che sopravvivere.Non posso vedere spignattare tra fornelli loro e tanti chefs. Non sanno che molti Italiani vanno a cercar cibo tra i rifiuti dei mercati o vanno a mangiare alla Caritas?

Vigar

Mar, 07/11/2017 - 12:44

Urca!....