"Pistola usata al poligono": l'indiscrezione choc dopo l'incidente

Indiscrezioni provenienti dall'America riferiscono che qualcuno della produzione potrebbe aver usato la pistola per il tiro al bersaglio con proiettili veri

"Pistola usata al poligono": l'indiscrezione choc dopo l'incidente con Alec Baldwin

Continuano a emergere nuovi dettagli sull'incidente che ha visto protagonista Alec Baldwin sul set di Rust, film western in produzione in New Mexico. Mentre restano ancora da capire le ragioni per le quali nessuno sul set si sia accorto che l'arma impugnata dall'attore avesse un proiettile vero in canna, fonti investigative riportate da Tmz riferiscono che quella stessa pistola veniva utilizzata anche all'esterno del set da alcuni membri della produzione per le esercitazioni al tiro al bersaglio.

Pare, infatti, che l'arma venisse caricata con colpi veri da alcune persone dello staff per scopi ricreativi, quando nelle pause del set un gruppo di addetti alla produzione trascorreva del tempo in un vicino centro di tiro. Questo potrebbe pertanto spiegare come sia stato possibile che all'interno della pistola ci fosse un proiettile vero durante le riprese del film, quando invece la pistola sarebbe dovuta essere caricata esclusivamente a salve. Inoltre, una fonte riportata da Tmz, ha raccontato che gli investigatori avrebbero trovato proiettili veri e a salve nella stessa area del set. Anche questo potrebbe essere una spiegazione alla presenza del proiettile vero nella canna della pistola utilizzata da Alec Baldwin.

L'argomento è di grande attualità, soprattutto in America, dove ci si interroga sull'opportunità di impiegare armi vere nei set, soprattutto ora che con le tecnologie digitali è possibile ricreare scenari realistici in post-produzione. L'esperto di armi Bryan Carpenter, che lavora spesso sulle produzioni di Hollywood, ha spiegato al New York Post che, sebbene la responsabilità delle armi utilizzate in scena non sia degli attori, Alec Baldwin potrebbe aver comunque violato i protocolli di sicurezza del set, in quanto "carica o scarica una pistola non si punta mai contro un altro essere umano".

Secondo alcune fonti, l'incidente è accaduto al secondo ciak di una scena, quando ad Alec Baldwin veniva richiesto di estrarre la pistola dalla fondina. In quel momento, sia Halyna Hutchins che il regista Joel Souza si trovavano dietro un monitor di servizio per osservare la scena. Quando, in quella frazione di secondo, Alec Baldwin ha impugnato l'arma qualcosa è andato storto e dalla pistola è partito il colpo che ha preso la direttrice della fotografia in pieno petto e il regista sulla clavicola in un secondo momento. L'attore era inconsapevole del proiettile presente nell'arma ma, come ha spiegato il maestro d'armi, va stabilito se Baldwin abbia comunque operato in sicurezza.

Commenti