"#prayforfedez": Gué Pequeno punge il rapper. Ma il web lo massacra

Gué Pequeno è tornato a pungere Fedez ma stavolta colpisce la sfera della salute e la rete non perdona; il suo tweet "#prayforfedez" non piace e il rapper viene attaccato

L'intervista rilasciata da Fedez a Peter Gomez per La Confessione ha fatto molto discutere. L'ammissione si essere a rischio sclerosi multipla ha sconvolto i fan del cantante e scosso l'opinione pubblica e già prima della messa in onda del programma, in prima serata sul Nove, la notizia aveva già fatto il giro del web e dei principali organi di informazione. Molti sono stati i messaggi di incoraggiamento per Fedez ma tra questi c'è stata anche la bordata di Gué Pequeno, che su Twitter ha scatenato la polemica.

Che tra i due cantanti non corra buon sangue è noto. Ormai da anni Fedez e Gué Pequeno si scontrano a mezzo stampa o social, senza esclusione di colpi. Pochi mesi fa, proprio nella trasmissione di Peter Gomez nella quale era ospite ieri Fedez, Gué Pequeno parlò a lungo del marito di Chiara Ferragni senza risparmiare stoccate precise poco amorevoli. "Fedez è un personaggio che per motivi personali non mi va a genio, non ha comportamenti corretti ma non li voglio svelare", dichiarò Gué Pequeno al direttore de Il Fatto Quotidiano, dopo aver a lungo parlato dei loro rapporti. Sulla tv svizzera l'ha definito "il rapper più impunito di tutti", ma queste sono solo alcune delle tante frecciatine dirette a Fedez da qualche anno a questa parte.

Durante l'intervista a La Confessione, Fedez non ha mai parlato di Gué Pequeno o degli altri colleghi. La chiacchierata tra il cantante e Peter Gomez è stata per lo più incentrata sulla sua vita privata e personale, sui rapporti con gli amici più stretti e sulle vicende che in questi anni hanno dato modo alla stampa di parlare di lui. In questo senso è stato fondamentale il passaggio su Fabio Rovazzi e su J-Ax, per qualche anno inseparabili da Fedez, con i quali da ormai diverso tempo sono stati interrotti tutti i rapporti, sia personali che lavorativi. Ovviamente, il momento più forte è stato il racconto della scoperta di una demielinizzazione nella testa, uno dei sintomi che potrebbe portare alla sclerosi multipla.

Già da molte ore prima rispetto alla messa in onda dell'intervista, questa notizia ha rapidamente fatto il giro del web ed è stato l'argomento di discussione del giorno, tra chi si è stretto a Fedez e chi ne ha criticato la continua esibizione del suo privato. Lo stesso marito di Chiara Ferragni è intervenuto nel corso della giornata per rassicurare sul suo stato di salute, lasciando intendere che le notizie diffuse erano incomplete e che lo sarebbero state fino alla messa in onda dell'intervista. Ed è proprio dopo poche ore dalla fine del programma di Peter Gomez che Gué Pequeno ha sentito l'esigenza di intervenire, condividendo un post su Twitter. Il rapper ha postato un tweet lapidario con un solo hashtag: "#prayforfedez."

Questa locuzione sui social è utilizzata soprattutto in caso di disgrazie e di eventi particolarmente significativi che scuotono l'opinione pubblica. Gli hashtag #prayforparis, #prayformanchester, #prayformadrid sono stati per esempio utilizzati dopo gli attentati terroristici, #prayforamazonia è stato di recente utilizzato per racchiudere i post sui devastanti effetti degli incendi in Brasile e così via.

Perché Gué Pequeno ha scelto di fare un tweet simile? Viste le rassicurazioni di Fedez e i rapporti non idilliaci tra i due, è probabile che il rapper abbia voluto fare dell'ironia ma questo suo comportamento non è piaciuto alla rete. "Tweet di cattivo gusto", "Che caduta di stile", "Non mi sembra una roba da scrivere", "Il bel tacer non fu mai scritto", "Patetico... ma da te ci si aspetta solo questo", sono solo alcuni dei massaggi sotto il tweet di Guè Pequeno, che per il momento ha preferito non alimentare la polemica.