Il mistero sulla morte di Edgar Allan Poe

The Raven è una pellicola dalle venature horror che cerca di ricostruire gli ultimi giorni di Edgar Allan Poe mentre dà la caccia a un serial killer. Ma la realtà è ben diversa

The raven, il mistero sulla morte di Edgar Allan Poe

The raven è il film diretto da James McTeigue che andrà in onda questa sera, in seconda serata, su Italia 1 alle 23.25. Il titolo del film rimanda a Il corvo, uno dei più famosi componimenti del noto scrittore Edgar Allan Poe. Non a caso il primo trailer del film venne rilasciato online proprio il giorno in cui si commemorava l'anniversario della morte del poeta, lasciando così intendere il forte legame tra la pellicola e l'artista che l'aveva ispirata.

The raven, la trama

È il 1849 e Edgar Allan Poe (John Cusack) è ormai convinto che la sua carriera da scrittore sia giunta al capolinea e non abbia altro da offrire. Divorato dall'alcol e dalle droghe di cui fa largo uso anche per mettere a tacere i suoi pensieri più cupi, lo scrittore non fa che vedersi rifiutare i suoi racconti horror dal direttore Maddux (Kevin McNally). Gli unici alleati su cui Edgar Allan Poe può ancora fare affidamento sono la fidanzata Emily Hamilton (Alice Eve) e il tipografo Ivan Reynolds (Sam Hazeldine).

Tuttavia la vita scialba e triste dello scrittore ormai a un passo dalla "pensione" subisce una svolta quando la città di Baltimora comincia a essere il teatro di un folle serial killer su cui indaga il detective Fields (Luke Evans). La particolarità di questi crimini è che ogni omicidio sembra ricalcare ciò che avviene nei racconti più famosi dello scrittore, al punto che Edgar Allan Poe finisce con l'essere in cima alla lista dei sospettati. Ben presto, però, si capisce che l'autore è in realtà una preda lui stesso, una pedina che il killer vuole spingere in una trappola e nella quale Edgar Allan Poe finirà col cadere per salvare la vita della sua amata Emily.

Le cose che non tornano nel film

The raven si presenta al suo pubblico come un buon film thriller - dalle tinte quasi horror - che si pone lo scopo di intrattenere chi guarda. La scelta di prendere un personaggio eminente della letteratura horror e trasportarlo in un film incentrato su omicidi e serial killer rappresenta un tentativo di offrire al pubblico qualcosa di originale, qualcosa che non fosse legato solo alla moda splatter che imperversava al cinema nel primo decennio degli anni Duemila. In questo senso si potrebbe affermare che The raven è un thriller-horror che ha pretese letterarie e che mette in scena alcune parti dei racconti più famosi di Poe. Come viene spiegato da Coming Soon, infatti, sullo schermo appaiono omicidi che sono ispirati a racconti come La maschera della morte rossa, Il pozzo e il pendolo, I delitti della Rue Morgue e il più famoso Il cuore rivelatore.

Allo stesso tempo il film di James McTeigue, scritto da Ben Livingston e Hannah Shakespeare, voleva dare una propria versione degli ultimi giorni di Edgar Allan Poe. Una versione che, tuttavia, non combacia con quanto avvenuto nella realtà. Come riportato dal sito dell'Internet Movie Data Base in realtà nessuno sa con esattezza come Edgar Allan Poe passò i suoi ultimi giorni di vita. Di fatto la sua dipartita rimane in qualche modo avvolta dal mistero. Quello che è certo è che egli venne ritrovato delirante in strada, a Baltimora, il 3 ottobre 1849, indossando abiti che non gli appartenevano. Secondo quanto riportato, durante la notte che ha preceduto la sua morte, Edgar Allan Poe non fece altro che gridare il nome Reynolds. Morì infine il 7 ottobre 1849, ma tutte le trascrizioni mediche così come il suo certificato di morte andarono presto perduti e non furono mai più ritrovati. Un fatto, questo, che ben si sposa con la figura pubblica di un uomo che inseguì la fama con racconti horror e che molto spesso si scontrò con un pubblico che non era pronto alla sua arte. Basti pensare che, secondo IMDB, Il corvo venne venduto per soli nove dollari.

Commenti