Retroscena / Fischi a Crozza. Gli autori: "Erano solo due...". Ma la polemica non si spegne

Crozza non digerisce i fischi e torna nel camerino avvilito. Gli autori del Festival cercano di minimizzare la contestazione. Ma i presenti in platea confermano: erano almeno 15 persone

Retroscena / Fischi a Crozza. Gli autori: "Erano solo due...". Ma la polemica non si spegne

dal nostro inviato a Sanremo

Appena terminata la performance di Crozza che ha cominciato imitando Berlusconi e scatenando la reazione negativa di una parte della platea dell'Ariston, gli autori del Festival si sono precipitati in sala stampa (che sta sopra il teatro e da cui i giornalisti seguono la Kermesse) per informare i cronisti che i contestatori del comico in realtà erano solo "tre, anzi solo due". E che il "fuori, fuori" che si sentiva in sala non sarebbe stato rivolto al comico, ma proprio ai contestatori che disturbavano. In più che si tratterebbe di contestatori "incalliti" che si sono presentati anche l'anno scorso per scatenarsi contro Celentano. Sono stati addirittura allontanati dalle forze dell'ordine dalla sala per "consentire allo spettacolo di andare avanti". Però altre persone presenti in platea, tra cui anche alcuni giornalisti, hanno visto che a urlare "buu buu" "basta politica" erano molte più persone. Almeno quindici. Sta di fatto che la scelta di aprire il proprio intervento con una canzoncina che prendeva in giro l'ex premier è stata una scelta consapevole di Crozza, come consapevole era il desiderio di scatenare polemiche, di creare caos e magari più ascolti. E poco vale che il comico poi abbia continuato l'esibizione prendendo in giro gli altri politici, da Bersani, a Ingroia a Monti, ormai la frittata era fatta.

Ma anche Crozza ha incassato la contestazione e, dopo essere rientrato nei camerini alla fine del suo show, secondo indiscrezioni, è apparso molto avvilito e provato. Pare che non si aspettasse una contestazione così forte. Anche perché, lui è abituato a prendere in giro tutti quanti, da destra a sinistra, e dunque pensava che il pubblico avrebbe aspettato la fine della performance prima di giudicare. Invece i buu sono arrivati subito. E lui se ne sarebbe andato se Fazio non l'avesse fermato e non avesse chiesto alla sala di permettergli di proseguire. Ora si pone un problema anche per gli organizzatori perché i contestatori sono stati allontanati dalle forze dell'ordine, ma avevano un regolare biglietto e non erano certamente pericolosi, anche se hanno impedito per alcuni secondi a Crozza di proseguire.