Sabrina Ghio confessa: "Rifiutai Silvio Muccino, lui si inca... e mi lasciò a piedi"

L'ex ballerina di "Amici", intervistata da Lorella Boccia, ha rivelato di aver dato numerosi due di picche nella sua vita, primi tra tutti Christian Vieri e Silvio Muccino

Sabrina Ghio confessa: "Rifiutai Silvio Muccino, lui si inca... e mi lasciò a piedi"

Nel corso dell’ultima puntata di "Rivelo" Sabrina Ghio ha lasciato tutti a bocca aperta, confessando di aver avuto diversi corteggiatori famosi a cui lei però ha rifilato un bel due di picche. Alla fine dell’intervista con Lorella Boccia, l’ex ballerina di "Amici" ha fatto la sua rivelazione scottante, citando due nomi altisonanti tra quelli che, negli anni, hanno provato a conquistarla: Christian Vieri e Silvio Muccino.

Se con il calciatore non c’è stato niente di più di un invito a Miami, con il regista e attore romano le cose sarebbero andate oltre. Lei, che dopo la parentesi da tronista a "Uomini e donne" oggi conduce il programma "Tienda" su Real Time, ha confessato di non esser mai stata disposta a scendere a compromessi con l’altro sesso pur di conquistarsi un ruolo in televisione: "Tutti sono disposti a fare qualsiasi cosa. Io non avrò ottenuto quale palcoscenico perché ho dato il due di picche a destra e manca. Tutti arrivano per altri meriti perché si sono fatti aperitivi, si fanno cene con il politico, si fanno il politico, si fanno lo zio del politico per arrivare a fare una parte in un film o in un programma. Io no".

Ed è proprio a fine puntata, al momento della fantomatica "rivelazione", che Sabrina Ghio ha raccontato di aver dato il due di picche a Christian Vieri: "Tante sarebbero andate a Miami, c’è stato un invito da parte di un calciatore, Christian Vieri, una cosa simpatica per carità, ma al mio posto sarebbero andate tutte le mie amiche". Se con Bobo si è trattato solo di un semplice invito a trascorrere qualche giorno negli States, con Silvio Muccino, attore e regista romano, le cose si sarebbero fatte più serie se solo lei non lo avesse rifiutato: "Io lavoravo in teatro, avevo 18 anni, mi arrivò un mazzo di rose rosse e una frase sulla mia bellezza firmato con una S. Queste rose erano state inviate da Silvio Muccino. Neanche lì fui furba. Lui mi invitò a prendere qualcosa da bere e io mi portati tutti i miei amici gay a protezione, ero terrorizzata. Ci fu un corteggiamento a cui io non ho mai ceduto”. Sabrina svela che ci fu addirittura un bacio mancato che fece decisamente infuriare il regista: "Forse un bacio ci fu: eravamo a Genova, mi venne a prendere con il motorino, ci siamo fatti un giro poi ci siamo fermati e lui provò a baciarmi, ma io lo respinsi in maniera carina però lui si incazzò e mi lasciò là".