Sanremo 2015

Sanremo, la battuta di Alessandro Siani su un bambino obeso: il web insorge

Una battuta quella dell'attore che ha indignato gli spettatori sui social: "Ha insultato un ragazzino per qualche chilo di troppo"

Sanremo, la battuta di Alessandro Siani su un bambino obeso: il web insorge

"Carlo, se ti vede Salvini ti chiede il permesso di soggiorno. Comunque complimenti, è la prima volta che Salvini non sta in un programma come ospite". Alessandro Siani inizia il suo intervento al festival di Sanremo ironizzando sul segretario della Lega Nord. "Se ci stava Salvini a condurre, io e te non saremmo stati qui - dice rivolto al conduttore - io sò napulitano, tu sembri un immigrato, Obama in confronto a te è una mozzarella di Mondragone. E anche Emma non l’avrebbe chiamata, perchè si chiama Marrone. E neanche Charlize, perchè di cognome fa ’terron’".

Una battuta quella di Siani che ha scaldato l'Ariston con un applauso e una risata. Poi una battuta che ha gelato il web. "Ci entri nella poltrona?": salendo sul palco dell’Ariston dalla platea, Alessandro Siani ha apostrofato così un bambino in sovrappeso seduto in prima fila. All’intervento di Carlo Conti, "sta scherzando", ha insistito: "pensavo fosse una comitiva e invece era solo...". Il suo politicamente scorretto non è stato apprezzato dai telespettatori che si sono scatenati sui social. Entrando in platea e salutando il pubblico, inoltre il comico napoletano si era anche rivolto a una coppia di signori, dicendo: "chi sta guardando penserà stiamo pagando il canone o l’Inps".

Commenti