Selfie, scintille in studio tra Tina Cipollari e Katia Ricciarelli

La prima puntata di Selfie - Le cose cambiano è stata ricca di colpi di scena. A scaldare gli animi in studio è stata la discussione tra Tina Cipollari e Katia Ricciarelli. L'intervento di Simona Ventura ha placato gli animi

Selfie, scintille in studio tra Tina Cipollari e Katia Ricciarelli

La prima puntata di Selfie - Le cose cambiano è stata ricca di emozioni, ma nel corso della serata c'è stato anche qualche screzio.

Oltre alle furiosa lite tra Tina Cipollari e Gemma Galani, un'altra discussione ha infiammato lo studio. Tutto è iniziato quando Salvo ha raccontato la sua storia. Il ragazzo si è presentato davanti ai sei giudici di Selfie - Le cose cambiano chiedendo di poter fare un intervento chirurgico che gli consenta di "aggiustare" l'orecchio a sventola.

Stefano De Martino ha subito preso a cuore la sua storia e ha confessato di aver avuto il suo stesso problema: "È una cosa genetica, anche mio padre ha lo stesso problema. Quando ero più giovane ho fatto di necessità virtù: ci appoggiavo la penna quando ero al mercato".

Ma se il ballerino di Amici pare disposto ad aiutare il ragazzo, gli altri giudici non credono che il suo caso sia degno di nota: ritengono sia un falso problema, risolvibile attraverso altre strade che non coinvolgano necessariamente la chirurgia. Katia Ricciarelli, anche lei giudice, lo consola: "Sei carino, hai bei denti. Non dovresti fartene un problema".

Ma ecco che immediatamente interviene Tina Cipollari e infastidita esclama: "Prima hai accettato l'uomo che voleva somigliare a Ghini. L'ha spedito dallo psicologo per aiutarlo e adesso non accetti lui? Stiamo parlando di un difetto fisico". Ma queste parole non vanno giù al soprano che innervosita ribatte: "Smettila di urlare perché non è il caso".

E proprio quando la situazione nello studio di Selfie - Le cose cambiano stava degenerando è intervenuta Simona Ventura che ha preso le difese della Cipollari: "Tina può parlare perché è la nostra regina". Alla Ricciarelli, però, perde la pazienza: "Allora sto zitta io, anzi me ne vado!". Così il soprano si alza dalla poltrona ed esce dallo studio.

Commenti