Il Silenzio degli Innocenti, Anthony Hopkins spaventò gli spettatori di un cinema

Anthony Hopkins ricorda un episodio legato all'uscita del film "Il silenzio degli innocenti": seduto durante una proiezione, spaventò il pubblico presente in sala

Il Silenzio degli Innocenti, Anthony Hopkins spaventò gli spettatori di un cinema

Hannibal Lecter colpisce ancora: a distanza di anni dall'uscita de "Il Silenzio degli Innocenti", l'attore Anthony Hopkins ha deciso di rivelare una curiosità legata al film e al terrore suscitato. Mentre rilasciava un'intervista, l'attore 81enne ha parlato di un'esperienza davvero unica legata alla pellicola e alla visione della stessa, che ha portato un'interna platea a morire di paura. Mentre il film era nelle sale, Hopkins si trovava ad Atlanta impegnato con le riprese del film "Freejack", quando la sua collega di set René Russo l'aveva convinto ad accompagnarla al cinema, proprio per assistere a "Il silenzio degli innocenti". Ma la tensione della trama e la storia spaventosa l'avevano spinta a chiedere la presenza dello stesso attore, come supporto emotivo durante le scene più terrificanti.

Hopkins aveva così ceduto a visionare se stesso, però mascherandosi con tanto di cappellino e occhiali scuri, confondendosi tra la folla protetto dal buio della sala cinematografica. Per quasi tutta la proiezione, Russo gli aveva stretto la mano, in concomitanza delle scene più orribili e cariche di suspense. Una situazione davvero ironica, quella di trovarsi sdoppiato a supportare la collega, mentre il suo alter ego e assassino incantava tutti dallo schermo. Tutto procedeva come di consueto, nel pieno della discrezione, quando un improvviso temporale decise di metterci lo zampino, facendo saltare la luce. Il pubblico si era quindi riversato fuori dalla sala del cinema per andare in bagno o per sgranocchiare qualcosa, ma l'illuminazione aveva rivelato la presenza dello stesso Hannibal Lecter, seduto comodamente a gustarsi le sue gesta.

This is what happens when you’re all work and no play...

Un post condiviso da Anthony Hopkins (@anthonyhopkins) in data:

L'aver tolto occhiali e cappellino aveva permesso al pubblico di riconoscerlo, ma anche di spavenatarsi della sua presenza in sala, esperienza vissuta intensamente proprio dal suo vicino di poltrona. Ovviamente l'attore non voleva fare uno scherzo al pubblico presente, e neppure terrorizzarlo, ma una concatenazioni di eventi aveva deciso per un esito differente. Hopkins, ora alle prese con il ruolo di Papa Benedetto XVI nel prossimo film di Netflix "The Two Popes", ricorda con affetto quel momento ,ma anche il forte desiderio che l'aveva guidato fino a interpretare quel ruolo così particolare e narcisita. Un personaggio che ha cambiato per sempre la sua carriera e la sua vita, permettendogli di vincere anche l'Oscar.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti