Specchio delle mie brame, chi è il più cattivo del reame? Joker. Anzi Hannibal...

Sul personaggio più perfido del cinema riviste e centri studi sono divisi. C'è chi punta su Darth Vader e chi su Hal 9000, chi è innamorato di Normas Bates e chi di Freddy Kruger. Ma sono i cartoni animati i collezionisti di spietati...

In tempi così bastardi ognuno ha il suo cattivo preferito, la carogna perfetta, lo spietato di riferimento. Soprattutto se va al cinema, finzione sempre più sorpassata ormai dalla realtà cinica e bara. Perfidi che affascinano invece di spaventare, orribili di successo.
L'ultima lista dei malvagi l'ha fatta «Ciak». Per la rivista regina del cinema il primo della Black List è Bane, il villain mascherato de «Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno» e i Joker assortiti dei vari Batman. Per «Times» invece è Darth Vader, la star nera di Star Wars, dalla voce metallica e l'armatura color pece. Il principe del Male è primo anche per «Usa Today» che lo piazza, come «Times», davanti al fascinoso scienziato cannibale Hannibal Lecter del «Silenzio degli Innocenti». Che invece è primo per l'American Film Institute, davanti a Norman Bates, protagonista malato di «Psycho» e allo stesso Darth Wader.
I gusti sono gusti, i disgusti pure. L'esercito dela Male, a seconda delle preferenze, si muove in ordine più che sparso. «Ciak» per esempio mette nell'ordine Hal 9000, il malefico computer di «2001 Odissea nello spazio»; John Doe, il serial killer di «Seven»; il conte Dracula, meglio se interpretato dall'eleganza malinconica di Bela Lugosi; Amon Goeth il nazista di «Schindler's List» e le sorellastre del Cenerentola Anastasia e Genoveffa. Qui Hannibal è decimo, Darth Vader tredicesimo. Quasi tra i buoni...
«Times» al contrario mette sul podio l'avido Lionel Barrymore de «La vita è meravigliosa» di Frank Capra, film di quasi settant'anni fa; ancora Norman Bates («così normale da essere terrificante» si legge nella motivazione) e il conte Orlock di Nosferatu. Settimo: il Joker. L'American Film Institute dopo Hannibal, Norman Bates e Darth Vader, piazza la strega cattiva de «Il Mago di Oz» e l'infermiera Ratched di «Qualcuno volò sul nido del cuculo». Il povero Conte Dracula è solo trentanovesimo posto, battuto persino dalla strega di «Biancaneve e i sette nani» e dallo Squalo di Steven Spielberg. Anche se essere animale feroce di sicuro aiuta. «Usa Today» infine rimescola le carte e nella top five mette i contadini di «Un Tranquillo Week-end di Paura» , lo scrittore Jack Torrance con la faccia deformata di Jack Nicholson di «Shining», e il malvagio Freddy Kruger di «Nightmare».
Il resto è varia disumanità: Voldemort di «Harry Potter», Alex DeLarge di «Arancia Meccanica», Kaiser Soze de «I soliti sospetti», Michael Meyers di «Halloween», Ivan Drago, quello del «ti spiezzo in due», Anton Chigurh di «Questo non è un paese» per vecchi, Crudelia de Mon, la strega malvagia del Mago di Oz e il cacciatore che ha reso orfano Bambi. Nelle classifiche dei bastardi c'è anche il «Terminator» di Arnold Schwarzenegger, che è quasi sempre anche nelle classifiche degli eroi positivi. Un cattivo modello.
Ma questo, si sa, succede solo al cinema...