Vince la lotteria, vende le foto del seno: vuole diventare più ricca

La milionaria Jane Park, vincitrice a soli 17 anni della lotteria inglese, ora vuole incrementare i guadagni vendendo le foto del suo generoso seno

Aveva vinto la lotteria a soli 17 anni, portando a casa un ricco bottino di un milione di sterline. Ma ora Jane Park, a 23 anni compiuti, vuole incrementare il suo patrimonio grazie al suo corpo. Dopo aver speso soldi in party, cene, accessori di lusso e chirurgia plastica, la giovanissima ha deciso di vendere online le foto del suo seno. La stessa iniziativa era stata lanciata in passato ma con uno scopo ben diverso, ovvero raccogliere cifre ingenti da destinare in beneficenza. Ma l'esito molto positivo deve aver fatto cambiare idea alla giovane che, grazie all'iscrizione a un sito dedicato, può contare sulla presenza di 1.500 abbonati che pagano 30 sterline al mese per ammirare le sue forme. Con un surplus di 50 sterline per le sue foto in topless.

A quanto pare Jane è intenzionata a bissare la cifra precedente e in brevissimo tempo, ma conferma che non è sua intenzione quella di pubblicare scatti di nudo o volgari. Un'idea che sta fruttando guadagni in modo davvero rapido e nata per caso dopo una vanza ad Ibiza, una vacanza che deve averla ispirata particolarmente. Al momento la giovane è proprietaria di due immobili, tre auto di lusso, accessori preziosi e può rilassarsi in resort a cinque stelle nei posti più belli del mondo.

Non perde la speranza di trovare un nuovo fidanzato, anche se l'incredibile vittoria sembra averle precluso la possibilità di vivere storie d'amore del tutto disinteressate e sincere. Una ricchezza improvvisa che sembra averle creato più disagi che altro, ma che ora vuole aumentare grazie proprio al suo aspetto fisico.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.