Alonso-Vettel Prime libere a Melbourne

Melbourne Stanotte motori accesi in quel di Melbourne, Australia. Prime due sessioni di libere del mondiale effe uno. Nella lunga vigilia c'è patron Ecclestone che fa il lavoro suo e dunque pompa il giusto l'attesa con previsioni cerchiobottiste tipo «il duello sarà di nuovo tra Ferrari e Red Bull» e fra loro «si aggiungerà la Mercedes» come docet la nouvelle vague dell'analisi tecnica dopo gli ultimi test catalani. Un Ecclestone che fa il lavoro suo soprattutto quando ributta lì - lo fa periodicamente - la questione quote rosa in F1. Che poi è quota rosa al singolare, nel senso mai più di una signorina alla volta come racconta il passato. «Non esiste motivo per cui questo non possa accadere», dice il patron economico del Circus, riferito alla bella Danica Patrick, protagonista nella Nascar e di recente capace di conquistare anche la pole a Daytona. «Sarebbe bello averla tra noi, ha già dimostrato di poter affrontare tutte le situazioni che in genere suscitano la preoccupazione della gente, come la resistenza alle accelerazioni laterali. Penso però, e per questo non posso rimproverarla, che difficilmente rinuncerebbe alla visibilita» di cui gode negli Stati Uniti». Come dire: la F1 è così maschilista che una volta arrivata, la povera Danica verrebbe ignorata.

In Tv - Appuntamento per gli abbonati Sky stanotte e stamane ore 2.15 per paddock Live, 2,30 per le prime libere (2ª sess. 6,30, conferenza stampa 8,30). Per il pubblico Rai, domani sera sintesi libere su uno dei canali Raisport.

Commenti