Brescia-Lazio, cori razzisti contro Balotelli

Balotelli è stato vittima di cori razzisti e al minuto 31' di Brescia-Lazio l'arbitro Manganiello ha interrotto il gioco con lo speaker dello stadio Rigamonti che ha fatto partire l'annuncio

Mario Balotelli ha segnato il primo gol del 2020 in Serie A e si è ripetuto a distanza di dieci anni quando appena 19enne segnò il primo gol dell'anno al Chievo Verona, e lui vestiva la maglia dell'Inter che a fine anno vinse scudetto, Coppa Italia ma soprattutto la Champions League battendo in finale per 2-0 il Bayern Monaco di Louis Van Gaal.

Supermario ha portato in vantaggio il Brescia nella sfida contro la Lazio di Simone Inzaghi ma questo non è bastato a regalare i tre punti alla sua squadra che è stata punita forse oltremisura dai biancocelesti che hanno vinto in pieno recupero grazie allo spietato Ciro Immobile che con questa doppietta dà uno stacco decisivo per la classifica cannonieri.

La gara di Balotelli è stata di sostanza, di quantità e qualità, di litigate con gli avversari, di un cartellino giallo preso per un fallo duro su Stefan Radu e di polemiche per via di cori razzisti subiti durante la partita del Rigamonti da parte di alcuni supporter della Lazio. Al minuto 31 l'ex attaccante di Inter, Milan, Liverpool e Manchester City ha chiesto all'arbitro Manganiello di intervenire per alcuni buu ricevuti dal settore ospite.

Il gioco si arresta per qualche minuto con Mario che ha un breve conciliabolo con il direttore di gara e dal labiale si intuisce: "E' già la seconda volta che succede", con l'arbiro che rassicura l'attaccante del Brescia. Pochi istanti dopo ecco lo speaker dello stadio Rigamonti richiamare l'attenzione del pubblico ricordando che in caso di cori razzisti la società ritenuta responsabile sarà penalizzata.

In tutto questo l'allenatore della Lazio Simone Inzaghi ha provato in tutti i modi, con ampi gesti, a far smettere i tifosi della Lazio di prendere di mira Balotelli. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport i primi buu si erano già sentiti verso l'8 del primo tempo con i cori che si erano poi indirizzati nei confronti della madre dell'attaccante e con il pubblico di Brescia che aveva provato a coprirli intonando cori in favore dell'ex Nizza.

Non è la prima volta in carriera che Balotelli è vittima di cori di svariato genere e già a novembre era stato vittima di cori razzisti da parte di alcuni tifosi dell'Hellas Verona nel corso della sfida del Bentegodi. Oggi l'arbitro ha interrotto il gioco e anche in quella circostanza la partita fu interrotta con Mario che aveva anche scagliato il pallone in direzione della tribuna est.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ziobeppe1951

Dom, 05/01/2020 - 18:45

Non ho capito perché quando uno di colore segna un gol ..diventa super

sparviero51

Dom, 05/01/2020 - 19:04

NON SE NE PUO' PIU' !!!

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 06/01/2020 - 02:56

ziobeppe1951 18:45 - Non capisco perché quando Balotelli mette una palla in rete, alleluia e osanna sulla stampa; ma non è pagato (troppo) per questo ?