Buffon non si ferma più: giocherà fino a 46 anni

Gianluigi Buffon non smette di stupire e continua a giocare: rinnovo contrattuale con il Parma fino al 2024, sarà in campo fino (almeno) a 46 anni. "Sarebbe stato un peccato tirarmi indietro"

Buffon non si ferma più: giocherà fino a 46 anni

Gigi Buffon non si ferma più: l'ex portiere della Juve e campione del mondo con la Nazionale italiana nel 2006 giocherà fino a 46 anni. L'annuncio del rinnovo del contratto fino al 2024 è stato dato dal presidente del Parma, Kyle Krause. "Grazie Gianluigi Buffon, apprezzo la tua costante leadership. Top 3 dei migliori portieri del mondo. È bello avere la tua famiglia con noi per festeggiare. Forza Parma", ha twittato a firma effettuata il presidente del Krause per festeggiare il rinnovo del portiere.

"Non voglio rimpianti"

Felice come fosse il primo contratto da professionista, Buffon ha affermato di non aver ancora pianificato il suo futuro lontano dai campi da gioco rimanendo concentrato soltanto sul suo lavoro da calciatore. "Non voglio avere alcun rimpianto o sperperare alcuna energia - ha dichiarato - e farò così fino all'ultimo giorno, poi avrò modo di pensare al resto: le responsabilità sono tante, le sento sulle spalle e ho bisogno delle migliori energie". Si è realizzato quanto sperato da uno dei più forti portieri al mondo: Gigi nazionale è felice per se stesso, la famiglia e il procuratore come dichiarato ai giornalisti in conferenza stampa e spendendo parole d'elogio per chi ha sempre creduto in lui. "La garanzia più grande è avere un presidente così ambizioso. Gli errori li facciamo tutti, chi non fa non sbaglia, ma trovare una situazione così di certezza e di forte proposizione come quella che il presidente vuol dare al Parma è difficile da trovare in Italia", sottolinea.

Fino a 46 anni: l'era Buffon continua

L'eterno ragazzo, nemmeno fosse Gianni Morandi, non smette di stupire sia per le prestazioni fisico-atletiche che per la voglia di giocare e calarsi in una realtà come quella della serie B come un qualsiasi giovane di belle speranze. Le motivazioni, Buffon, riesce a mantenerle al massimo come quando iniziò la sua carriera. "Sarebbe stato un peccato tirarmi indietro soprattutto se ho la fiducia di chi mi sta intorno", aggiunge l'estremo difensore dei ducali. "Il mio ritorno a Parma è stato inevitabilmente condizionato da rapporti e da un profondo legame che ho sempre avuto con questa città". Uno dei motivi che lo hanno spinto a tornare è per i figli, non conoscevano i primi anni al Parma "ed era un patrimonio che dovevo ridare loro. Oggi - conclude ad Adnkronos - ho la fortuna di averli tutti e quattro qui con mia moglie e vederli con il maglione del Parma mi fa capire che ho fatto la scelta giusta".

"Che orgoglio per il Parma"

"È un grandissimo giocatore e questo è un grandissimo orgoglio per noi - ha aggiunto il magnate americano Krause - Oltre alle sue grandi doti di leadership è una persona dalle grandissime doti umane". La proprietà si è dichiarata molto contenta per la passione di Gigi verso il Parma e Parma, tangibile quotidianamente. Insomma, l'avventura continua: la società parmense si trova a metà classifica nel campionato di serie B, una sua promozione in questa stagione non è molto scontata ma chissà che, entro il 2024, Buffon non possa concedersi l'ultima passerella nel calcio che conta con il suo Parma.

Commenti