"Bugie dal signore italiano, non dico nemmeno il nome", Ronaldo asfalta il ministro

Si accende la polemica tra Vincenzo Spadafora e Cristiano Ronaldo, che dal suo isolamento extralusso risponde per le rime al ministro dello Sport

Continua lo scontro a distanza tra il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e Cristiano Ronaldo. Tutto nasce dopo il riscontro positivo del tampone per coronavirus per il calciatore portoghese, che come altri suoi colleghi ha raggiunto il ritiro della sua nazionale. Ed è proprio in Portogallo che Cristiano Ronaldo ha ricevuto l'esito dell'avvenuto contagio. Da quel momento è iniziato il balletto di dichiarazioni, smentite, accuse e difese, che ha visto scendere in campo il ministro dello Sport in persona per chiedere maggiori chiarimenti sulla vicenda e Cristiano Ronaldo ribattere colpo su colpo alle sue affermazioni.

Il caso è nato quando sette giocatori della Juventus si sono allontanati anticipatamente dalla "bolla" Juventus, che si trovava in isolamento dopo il riscontro di due positività tra i membri dello staff bianconero, per raggiungere le rispettive nazionali. Come imposto dal protocollo, la società ha dovuto segnalare questa anomalia alla Asl di Torino e i loro nomi sono stati inseriti in un fascicolo dalla Procura e sono oggetto di inchiesta anche da parte della Figc. Nessun sospetto di violazione, invece, per il ritorno in Italia di Cristiano Ronaldo, che dopo l'esito del tampone ha fatto ritorno a Torino con un volo sanitario (a bordo di un jet privato), per poi raggiungere la sua abitazione con un'ambulanza privata. Questo caso ha innescato la reazione del ministro dello Sport che, interrogato sulla vicenda, ha sostenuto la violazione del protocollo da parte di Cristiano Ronaldo. "La domanda era su andata e ritorno. A quel che risulta in merito all'andata è stata la stessa società a segnalare alla Asl che alcuni giocatori avevano 'rotto' l'isolamento fiduciario senza averne l'autorizzazione, tanto che il direttore del dipartimento di prevenzione della Asl di Torino ha dichiarato di aver dovuto trasmettere in Procura i nomi", ha detto Spadafora all'Ansa.

Cristiano Ronaldo, a quel punto, ha voluto rispondere al ministro attraverso una lunga diretta dal suo profilo Instagram. "C’è un signore in Italia, di cui non ricordo il nome, che dice che non ho rispettato il protocollo, è una bugia, è tutto falso", ha dichiarato il calciatore, che poi ha continuato: "La quarantena la sto passando a casa, a Torino. La mia famiglia vive in un altro piano di casa e non abbiamo contatti. Quando stai bene di testa non hai problemi. Non vedo l’ora di tornare". Le parole di Cristiano Ronaldo non sono piaciuta a Vincenzo Spadafora, che ha replicato: "Non ho intenzione di proseguire all’infinito su questo tema: confermo quanto detto relativamente all’abbandono dell’hotel di alcuni giocatori della Juventus, basandomi tra l’altro sulle comunicazioni della società alla Asl di Torino". In secondo momento, poi, il ministro dello Sport ha aggiunto all'Ansa: "La notorietà e la bravura di certi calciatori non li autorizza ad essere arroganti, irrispettosi verso le istituzioni e a mentire: anzi, più si è noti più si dovrebbe avvertire la responsabilità di pensare prima di parlare e di dare il buon esempio".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Indifferente

Sab, 17/10/2020 - 13:54

Vilipendio delle istituzioni? O si salva perchè è ricoo, famoso e..juventino?

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 17/10/2020 - 13:55

Spadafora ministro ? ministro di che ? di quel pagliaccio di Grillo

savonarola.it

Sab, 17/10/2020 - 14:04

Non saprei quale dei due spernacchiare per primo

hellas

Sab, 17/10/2020 - 14:07

Indifferente: buona la seconda, soprattutto la conclusione.... purtroppo....

cgf

Sab, 17/10/2020 - 14:09

Vincenzo Spadafora è invidioso perché a lui non è concesso di viaggiare col Falcon a disposizione del Governo. Certamente ovvio la società che comunica COME DA PROTOCOLLO di alcuni giocatori allontanati, nota bene, con auto privata (la propria), volato con aero privato (il proprio) +/- come farebbe qualunque altro business man di nazionalità straniera o MINISTRO italiano!! PERCHÉ NON SONO AGL'ARRESTI, da qui a dire che è fuggito, mentre la società era al corrente ed ovviamente questa parte non interessa all'ASL, quindi non è stata comunicata, MA TANTI GIORNALI NE HANNO PARLATO DELL'IRA DI AGNELLI! se lei s'informa solo da canali ufficiali, non comunichi nemmeno coi social, è un evidente controsenso.

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 17/10/2020 - 14:24

L' arrogantello CR7 non può pensare che a lui è permesso di fare quel che gli pare. Fuori dall'ambiente del calcio, è una persona come tutti gli altri e deve rispettare le regole dettate dal Governo. In alternativa se ne torni in Portogallo

machimo

Sab, 17/10/2020 - 14:50

Bravo Ronaldo. Ma questi tipi del m5s e pd sono solo capaci a dire bugie.

lorenzovan

Sab, 17/10/2020 - 15:32

direi che e' stato il ministro ad asfaltare e giustamente un menino de rua finito nell'Olimpo dei ricchi grazie alla capacita' di fare gol..solo quella...

filoforte

Sab, 17/10/2020 - 15:57

Occhio a mettersi contro la Juve! Loro seguono le regole...le loro

Zecca

Sab, 17/10/2020 - 16:37

E’stata la Juve a denunciare la partenza irregolare da Torino di Ronaldo e altri 6, forse non glielo hanno detto....

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 17/10/2020 - 16:52

una guerra in famiglia. John Elkann è proprietario di “repubblica” stampa” e “Secolo di Genova” ed ha firmato come FCA con conte un contratto per 27 milioni di mascherine al giorno. Capite i miliardari che legano questo governo con i suoi ministri alla Juve e quindi a Ronaldo??? Come volete che finisca? Indovina indovinello?????

krgferr

Sab, 17/10/2020 - 17:00

Delle due l'una: o Ronaldo ha commesso un'azione illecita e andava sanzionato senza neppure cercare di capire chi fosse, oppure ha agito all'interno di comportamenti consentiti e quindi il ministro(?) avrebbe dovuto tacere dimostrando di nemmeno sapere chi l'altro fosse; certo che un ministro(?) ed un pallonaro che mettono in campo una rissa da galline frustrate è l'ultima ciarlatanata cui, malgrado tutto, pensavo di dover assistere in questo disgraziato Paese. Saluti. Piero

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 17/10/2020 - 17:21

^(*@*)^ A chi credere ? A chi dare ragione ? Sicuramente NON a spàdafora o spadaforà ! Oh è un ministro !!!

Yossi0

Sab, 17/10/2020 - 17:22

il problema di Ronaldo è che è ricco e famoso e questo non piace per definizione

CICERONE24

Sab, 17/10/2020 - 18:00

Povera Italia, con questi ministri incapaci e incompetenti...

QuasarX

Sab, 17/10/2020 - 18:00

chiamarlo signore italiano e' stato gentile