Bundesliga 2° giornata: Leverkusen a punteggio pieno, pari del Bayern Risultati

Xabi Alonso, nuvo acquisto del Bayern

Solo una squadra, tra quelle a punteggio pieno prima di questo turno, ha confermato la vittoria dell'esordio, rimanendo così al comando da sola: è il Leverkusen, capace di vincere contro l'Herta dopo essere andato sotto. Guardiola è stato, infatti, fermato sul pari dallo Schalke e ora si ritrova con gli stessi punti della matricola Padeborn. Tra le altre grandi, vince il Dortmund, con Immobile in panchina per tutti i 90 minuti.

Il Leverkusen è andato sotto in casa con l'Herta per un autogoal dell'ex giallorosso Jedvaj al 25°, il quale però si fa perdonare, quando al 5° della ripresa pareggia. I Berlinesi tornano però avanti dopo 10', ma negli ultimi trenta minuti il Leverkusen si conferma una macchina da goal e ne fa tre con Spahic, Brandt e Bellarabi, confermando di voler dire la sua per il titolo. Il Bayern, che ha schierato subito Xavi Alonso, pensava ad un pomeriggio tranquillo contro lo Schalke 04, dopo il goal di Lewandowski al 10°. I padroni di casa hanno,però, impattato al quarto d'ora della ripresa con Howedes, trovando il primo punto in campionato.

Questo risultato permette al Padeborn, che ha vinto 3 a 0 in quel di Amburgo, di potersi fregiare del fatto di avere gli stessi punti dei campioni di Germania. Sono infatti 4 quelli raccolti da questa matricola, che ha spazzato via senza problemi i padroni di casa, che si devono probabilmente preparare ad un'altra annata di sofferenza. Anche il Colonia, altra neo-promossa, ha fatto un colpo in trasferta, battendo il molto più quotato Stoccarda e portandosi anch'esso a 4 punti. Il match è stato deciso da due reti siglate al 22° da Osako e 10' dopo da Ujah. La terza vittoria esterna di giornata l'ha colta il Dortmund, che sul campo dell'Augusta ha riscattato il pessimo esordio contro il Leverkusen. I Gialloneri sono andati avanti con Reus e Sokratis nel giro di quattordici minuti, per poi andare sul 3 a 0 a 12' dalla fine. Negli ultimi otto minuti l'Augusta ha, però, spaventato Klopp, segnando con Bobadilla e Matavz, vecchio obiettivo di mercato del Napoli.

Le altre quattro partite da analizzare sono finite tutte in parità. La più divertente è stata quella tra il Wolfsburg e la prima squadra di Francoforte, che è riuscita a strappare un punto importante nell'ottica della corsa per l'Europa, dopo essere andata sotto al 15° per una rete di Naldo, poi pareggiata da Jung dopo sette minuti, e aver quindi recuperato un nuovo svantaggio (per il goal subito da Arnold a 11'dalla fine) grazie alla rete di Kadlec all'85°. Meno appariscente è stato l'1a 1 tra il Brema, al secondo pari in altrettante uscite, e l'Hoffenheim, che invece è salito a 4 punti. Al vantaggio degli ospiti, griffato dall'obiettivo interista Firmino al 19°, il Brema ha risposto al quarto d'ora della ripresa con Galvez. Gli altri due pareggi sono stati entrambi per 0 a 0, ma mentre il match tra Magonza (ora a 2 punti e autori di un avvio molto diverso da quello straripante di un anno fa) e Hannover 96 (ora a 4 punti) è stato molto noioso, non lo è stato quello tra Friburgo e Borussia Moenchengladbach. Le due compagini hanno divertito il pubblico e i padroni di casa, al primo punto in campionato, si mordono le mani per il rigore fallito da Mehmedi al 17° della ripresa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.