Coppa Italia, la Fiorentina beffa l'Atalanta: decide un gol di Lirola

I viola si impongono 2-1 sull'Atalanta, nonostante l'inferiorità numerica grazie ad un gol nel finale di Lirola

La Fiorentina supera l'Atalanta con il punteggio di 2-1 e approda ai quarti di finali di Coppa Italia.

Grande sorpresa allo stadio Artemio Franchi, la Fiorentina sorprende l'Atalanta ed elimina i nerazzurri dalla Coppa Italia. I viola vanno in vantaggio grazie al gol di Patrick Cutrone, arrivato a gennaio dal Wolverhampton. Nel secondo tempo la reazione degli orobici è furiosa e pareggiano i conti con Ilicic. I viola restano in dieci per l'espulsione di Pezzella ma hanno la forza per trovare il gol del vantaggio nel finale grazie a Pol Lirola. Appuntamento ora ai quarti di finale, in programma il 29 gennaio contro l'Inter, che ieri ha superato agevolmente il Cagliari.

La cronaca

Iachini conferma il solito 3-5-2 e lancia per la prima volta nell'undici titolare il neo acquisto Cutrone, che va a comporre il tandem d'attacco con Vlahovic. Tra i bergamaschi invece, Gasperini schiera dal primo minuto Caldara, tornato in nerazzurro dopo la sfrotunata esperienza al Milan. Mini turnover in avanti con Malinovskyi e Pasalic a supporto di Muriel.

Al 10' la Fiorentina passa in vantaggio. Splendida azione organizzata perfettamente da Castrovilli. Palla per Cutrone, che fa sponda all'accorrente Dalbert. Il brasiliano si butta dentro e restituisce la sfera a Cutrone, lesto a metterla in rete. I viola continuano a spingere sulle ali dell'entusiasmo. Al 15' pasticcio di Masiello che manda in area di rigore Vlahovic. Gollini esce per disturbarlo: il primo tiro-cross è ribattuto da Caldara, sul secondo fa opposizione il portiere e l'Atalanta si salva. Gli orobici provano a reagire e alla mezz'ora vanno vicinissimi al pareggio. Gosens, trova un cross perfetto al centro: Pasalic è tutto solo ma di testa da due passi colpisce la traversa, e non riesce poi a ribadire in rete. Il match si infiamma, al 33' Benassi arriva a tu per tu con Gollini, toccando a lato per Vlahovic. Il tocco a porta vuota sembra facile, ma rinviene Djimsiti con un gran salvataggio. Il primo tempo finisce con i gigliati in vantaggio 1-0.

Nella ripresa l'Atalanta prova a fare la partita con gli ingressi di Ilicic e del Papu Gomez. Al 61' i nerazzurri colpiscono un altro legno. Grandissima iniziativa di Muriel, che semina Pezzella in area di rigore e crossa basso sul secondo palo. Arriva Gosens in corsa ma la sua conclusione si infrange sulla traversa. E' il preludio al gol, al 67' Malinovskiy, liberato sulla sinistra mette al centro un gran pallone. Tap in vincente dell'ex di turno Ilic che pareggia i conti. Al 70' viene espulso per doppia ammonizione il capitano viola Pezzella. Con l'uomo in più i nerazzurri continuano a premere. Nel momento più difficile la Fiorentina torna a sorpresa torna in vantaggio. A cinque minuti dal termine, geniale invenzione di Pulgar, a lanciare sulla destra Lirola. L'esterno spagnolo fredda Gollini, con un potente diagonale basso. I bergamaschi tornano all'assalto e proprio all'ultimo minuto sfiorano il pareggio con un mancino violentissimo di Malinovskyi che sibila il palo. Finisce qui la partita al Franchi, la Fiorentina con un grande cuore passa il turno e accede ai quarti di finale.

Il tabellino

FIORENTINA (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert; Cutrone (73' Caceres), Vlahovic (88' Chiesa). All. Iachini.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Caldara (77' Palomino), Masiello (57' Gomez); Hateboer, De Roon, Freuler (46' Ilicic), Gosens; Malinovskyi, Pasalic; Muriel. All. Gasperini.

MARCATORI: 11' Cutrone (F), 67' Ilicic (A), 84' Lirola (F)

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.