La prende a pugni in discoteca: calciatore le rompe la mandibola

L'ex fidanzata di Diakhate ha denunciato l'aggressione in cui ha riportato la rottura della mandibola e trenta giorni di prognosi: "Voglio giustizia". L'ex calciatore viola: "Legittima difesa"

Brutte notizie per l'ex giocatore della Fiorentina Abdou Diakhate che dovrà rispondere di un'aggressione ai danni di una ragazza Samantha Luisa Duarte che ha denunciato il fatto diretttamente sulla sua pagina ufficiale di Facebook. La donna di vent'anni ha pubblicato un video sul popolare social denunciando questo increscioso accaduto: "Ciao a tutti, mi chiamo Samantha Luisa Duarte e giovedì sera sono stata aggredita da un ex giocatore della Fiorentina Abdou Diakhate", inizia così il racconto della giovane.

Il racconto

La ragazza è poi entrata nei dettagli e nei particolari di questa aggressione: "Lui mi ha chiamato per parlare e mi ha tirato un cazzotto in faccia, mi ha rotto la parte destra e sinistra della mandibola e lunedì sarò operata. Sono costretta a mangiare pappine e sarò anche costretta a fare riabilitazione una volta operata", la spiegazione della donna che ha poi rincarato la dose: "Quando sono stata picchiata sono stata lasciata in una pozza di sangue, nessuno mi ha aiutato tranne la mia amica. I buttafuori hanno scortato lui alla macchina... non esiste un uomo che possa rompere le ossa ad una donna e invece di essere soccorsa lei viene scortato lui solo perché è un famoso calciatore. Voglio giustizia!", si conclude così il triste racconto di Samantha con la voce rotta dal pianto.

Francesco Di Luciano, legale della ragazza, ha presentato denuncia in Procura e ora sono in corso degli accertamenti da parte della squadra mobile fiorentina per capire realmente quanto accaduto nella notte tra il 23 e il 24 luglio. Samantha ha ricevuto una prognoso di 30 giorni per la rottura della mandibola e come da lei affermato lunedì dovrà essere operata. Pare che Diakhate fosse stato scortato fuori dalla sicurezza ma sembra anche che nessuno del locale si fosse reso conto della gravità della situazione di Samantha.

La difesa di Diakhate

Il legale di Abdou Diakhate ha invece spiegato come il suo assistito, in compagnia della sua attuale fidanzata Clara, fosse stato avvicinato con fare minaccioso proprio da Samantha. Queste le parole di Massimiliano Manzo all'Ansa: “Venerdì 24 luglio, il calciatore si trovava in un locale in compagnia della fidanzata Clara. La coppia veniva avvicinata con fare minaccioso”, inizia così il racconto del legale.

“Nonostante fosse stata invitata dal calciatore ad allontanarsi, tentava di aggredire la coppia e colpiva alla testa il calciatore, il quale, frastornato, si difendeva istintivamente colpendo il viso della donna che però non si fermava e continuava ad inveire minacciosa. Si tratta quindi di un evidente caso di legittima difesa nel quale Abdou Diakhate ha agito per difendere se stesso e la sua fidanzata", la conclusione dell'avvocato dell'ex calciatore della Fiorentina.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di jenablindata

jenablindata

Ven, 31/07/2020 - 11:40

questa è SOLO la sua campana: se Diakhate l'ha aggredita senza motivo,è giusto che paghie e pure salato...... se invece le cose si sono svolte come ha detto lui ed è stata lei a costringerlo a difendersi,gli darei pure l'obbligo di risarcirlo per la aggressione,e per il danno di immagine. perchè giustizia vuole che ad uguali diritti,corrispondano uguali responsabilità.

Machiavelli63

Ven, 31/07/2020 - 11:43

pensate che titoloni sui giornali, se fosse stato un calciatore bianco o italiano, le femministe ad orologeria in piazza, avrebbero sicuramente voluto abolire il calcio maschile, invece è stato un colored eallora nascste in silenzio, spaccare la mandibola come legittima difesa mi sembra eccessivo a meno che la signora non avesse un machete.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 31/07/2020 - 12:10

colorato, calciatore straniero = intoccabile!!!!

Calmapiatta

Ven, 31/07/2020 - 12:13

Se anche le cose si fossero svolte comne afferma il calciatore, ciò non vuol dire che non abbia torto marcio. Poteva allontanarsi, chiamare la sorveglianza, non ammollarle un pugno in faccia che le ha spaccato la mandibola. Vi rendete conto quanta forza serva per spaccare la mandibola ad una persona?

kennedy99

Ven, 31/07/2020 - 12:14

cara samantha se l'aggressore è senegalese nessun problema se invece l'aggressore era italiano avevi di sicuro giustizia e notorietà questa notizia sarebbe in prima pagina su tutti i giornali e nei salotti televesivi. samantha oggi il mondo funzioni cosi cerca di fartene una ragione.

Malacappa

Ven, 31/07/2020 - 13:15

kennedy 12:14 puro vangelo concordo

ST6

Ven, 31/07/2020 - 16:19

Calciatore: innocente.

FD06

Ven, 31/07/2020 - 16:40

E chissà dove è la verità ? W gli avvocati

dagoleo

Ven, 31/07/2020 - 16:46

calciatore e per di più straniero ed africano? allora mia cara non hai alcuna speranza. è una preziosa risorsa e deve essere tutelato.

Italianocattolico2

Sab, 01/08/2020 - 10:12

Calciatore di Serie A, colorato, cambia ragazza almeno una volta alla settimana, frequenta solo i "privé"delle discoteche, pieno di soldi, arrogante, gli piace vincere facile..... Ovviamente la ragazza è stesa.!