Il Diavolo si "allena" a Praga pensando al Parma

Qualificazione già in tasca. Pioli risparmia energie e recupera Leao, il vice Ibrahimovic

Il viaggio a Praga serve più a scaldare i muscoli della lunga panchina milanista che a raccogliere soddisfazioni. Con la qualificazione già in tasca, l'eventuale primo posto del girone è più un traguardo di facciata che un risultato realmente inseguito da Pioli pronto a coinvolgere nel trasferimento Conti, Duarte, Colombo, Brahim Diaz e Krunic al fine dichiarato di risparmiare energie preziose in vista della sfida successiva col Parma. Anche il recupero di Ibra non è alle viste e può serenamente slittare a mercoledì prossimo col Genoa, tappa del tour di force finale scandito dagli impegni con Sassuolo e Lazio che chiuderanno il favoloso 2020, l'anno della rinascita rossonera. A suggerire prudenza nell'accompagnare Ibra al rientro, c'è anche la notizia del recupero di Leao che già stasera a Praga dovrebbe giocare uno spezzone di sfida così da scaldare i muscoli prima di tornare a pieno regime col Parma.

Ecco un altro dei motivi per il quale Pioli non è disposto a chiedere al club una spesa sul mercato di gennaio riferita a un vice Ibra. Può rimediare, oltre che col giovane Colombo già utilizzato in passato con risultati alterni, anche con Rebic (che si sacrifica in quella posizione poco congeniale con le sue caratteristiche) e con lo stesso Leao. «Ho chiesto più titolari possibili alla società e sono stato accontentato» la frase di Pioli indisponibile a rispondere solo al quesito sul suo mancato sostituto Rangnick («non c'è risposta a questa domanda»). Non è escluso che da qui ai prossimi mesi, Pioli decida di puntare proprio sul portoghese Leao - che viene considerato il talento di maggior valore - per trasformarlo da attaccante esterno in punta centrale, affinandone doti e caratteristiche che già si intravedono. Nel frattempo studiare i movimenti di Ibra può risultare un aiuto decisivo.

Per questo motivo, tutti gli sforzi dell'area tecnica milanista sono indirizzati sulla ricerca di un difensore centrale che possa aggiungersi al trio Kjaer-Romagnoli-Gabbia visto che Duarte è stato bocciato e Musacchio (a fine contratto e reduce da un intervento chirurgico alla caviglia) non è ancora in grado di giocarsi le possibilità di un rinnovo contrattuale. Altra esigenza conclamata è quella del centrocampista da affiancare a Kessiè-Bennacer, la coppia che ha sbalordito fin qui più Tonali sul conto del quale Pioli continua a martellare («con la Samp è migliorato ma non si deve accontentare»).

TV: Sparta Praga-Milan ore 21 Sky Sport 1

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.