Europa League: l'Inter pesca il Dnipro, il Napoli lo Sparta Praga

Girone facile per Fiorentina e Toro: ecco tutti i gruppi

Europa League: gironi non proibitivi per le Italiane

Alle 13 si sono svolti i sorteggi di Europa League, i quali hanno visto direttamente coinvolte la Fiorentina, qualificata ai gironi in virtù del quarto posto in campionato, Torino ed Inter, che vi sono arrivate dai preliminari, e il Napoli, che ha mestamente detto addio alla Champions. Visto lo stato di salute del nostro calcio si può dire che i gironi toccati in sorte non sono certo impossibili, se paragonati ad altri. Il Toro, che è tornato in Europa dopo vent'anni, era inserito in terza fascia, ma il raggruppamento in cui è stato estratto è stato meno tremendo del previsto per la gioia dei propri tifosi.

Il gruppo A è interessante, vista la presenza di formazioni di tutto rispetto come il Villareal e il Borussia Moenchengladbach, le quali partono nettamente favorite per la qualificazione, visto che se la vedranno con gli elvetici dello Zurigo ed i Ciprioti dell'Apollon

Il gruppo B, che è quello dove è stata inserita la compagine di Ventura, comprende il Bruges, gli elvetici del Copenhagen e i finnici dell'HKJ. Il Toro dovrà vedersela con formazioni che, facendo i debiti scongiuri, sono alla sua portata.

Il gruppo successivo vede il Tottenham nettamente favorito e i turchi del Besiktas, protagonisti di un doppio confronto contro l'Arsenal più che equilibrato, che si dovrebbero giocare il secondo posto con il Partizan Belgrado e i greci dell'Asteras probabili comprimari.

Molto equilibrio nel gruppo D, dove però le deluse della Champions, ovvero Celtic e Salisburgo partono favorite per passare il turno, rispetto alla Dinamo Zagabria e ai romeni dell'Astra, che hanno fatto già moltissimo buttando fuori il Lione.

Nel raggruppamento E dovrebbe dettar legge il PSV, con il Panatinaikos che non dovrebbe avere problemi a mettersi dietro Dinamo Mosca ed Estoril.

Il gruppo F, che è quello dove è finito la squadra di Mazzarri, non appare semplicissimo, visto che vi sono il Dnipro, squadra ucraina che in casa è molto forte, e i transalpini del Saint-Etienne. Gli azeri del Qarabag non appaiono in grado di dire la loro, anche se bisognerà stare attenti.

E'andata ottimamente ai detentori del Siviglia. Nel gruppo G l'unica capace di impensierire gli Spagnoli sembra la squadra olandese del Feyenoord. Non troppe speranze nutrono, invece, Standard Liegi e Rijeka.

Nel gruppo che precede quello del Napoli sono finite il Lilla, fresco eliminato dalla Champions e il Wolfsburg, che però dovranno sudare molto per qualificarsi, visto che la terza incomda sarà l'Everton, con i russi del Krasnodar che appaiono come la "cenerentola" di quello che è il "girone di ferro".

Il Napoli è capitato nel gruppo I, dove se la vedrà con due squadre dell'Est, quali Sparta Praga e Slovan Bratislava e con i modesti elvetici dello Young Boys.

Poco affascinante il gruppo J, dove la Steaua Bucarest non dovrebbe aver troppi problemi nel finire davanti a Dinamo Kiev (vista anche la situazione attuale del Paese) e Aalborg, con il Rio Ave che pare avere poche possibilità di qualificarsi. Veniamo quindi alla Fiorentina, che inserita nel gruppo K, dovrà andare in Bielorussia, a giocare con la Dinamo Minsk, per poi fare viaggi meno lunghi, visto che giocherà col Paok e con il Guingamp.

L'ultimo girone è quello

L, dove sono finiti gli ucraini del Metalist, che insieme al Legia Varsavia e ai turchi del Trabzonspor daranno vita alla battaglia per il passaggio del turno, con i belgi del Lokeren che sperano di essere la sorpresa.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica