Fiorentina tra incubo serie B e una speranza all'americana

Firenze Oggi la Fiorentina si gioca la salvezza col Genoa, ma ieri mattina Firenze si è svegliata con l'indiscrezione del New York Times: Rocco Commisso, miliardario americano di origine italiana, fondatore e presidente del colosso di servizi via cavo Mediacom, sarebbe a un passo dall'accordo per l'acquisto della Fiorentina. Sì proprio lui, quello che voleva comprare Milan e Palermo. Nato in Italia e trasferitosi negli Stati Uniti quando aveva 12 anni, Commisso è anche il presidente del New York Cosmos, storico club del soccer americano che negli anni Settanta portò negli States Pelè e Beckenbauer. È stata nominata JPMorgan Chase per condurre la trattativa con la Fiorentina. Ci sarebbe anche una cifra di base: si parla di circa 150 milioni di dollari, ovvero 135 milioni di euro. Bocche cucite nel quartier generale viola dove ieri sono arrivati Diego e Andrea Della Valle per stare vicini alla squadra in un momento così delicato.

A Natale a tre punti dalla Champions League, adesso a tre centimetri dal baratro. I viola si giocheranno la salvezza cercando di battere il Genoa, ma le combinazioni sono molteplici, sperando poi che l'Inter faccia un buon risultato con l'Empoli (ma le squadre toscane potrebbero salvarsi entrambe con altri risultati). Un quadro desolante, con la città che brucia di rabbia nei confronti dei Della Valle - ritenuti i principali responsabili - dirigenza e squadra. Una stagione raccapricciante, ricca di errori da parte di tutti i protagonisti viola Fiorentina. Anche per questa ragione si sono intensificate le voci e i rumors su un imminente passaggio di proprietà.

Montella, autore di un triennio fantastico nella sua prima repubblica viola, da quando ha preso il posto di Pioli ha fabbricato un solo punto col Bologna e perso 7 volte, compresa l'eliminazione in Coppa Italia. Una vera disfatta con tanto di squalifica dopo un tumultuoso finale a Parma.

Nello scontro da coronarie di ghisa del Franchi, la Fiorentina si ritroverà di fronte uno dei figli prediletti, Cesare Prandelli tecnico del Genoa. Allenatore tra i più amati nella storia viola, si lasciò male con la società, scaricato alla Nazionale dopo un rapporto finito con i Della Valle. Cesare vive a Firenze, ma domenica i sentimenti resteranno fuori dallo stadio. La Fiorentina vuole restare in serie A. Anche il Genoa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.