Inter, ecco qual è stato il gravissimo errore di Conte contro il Real

La sostituzione di Barella al minuto 78' sul punteggio di 2-2 non ha convinto la critica e fatto salire Conte sul banco degli imputati. L'ex Cagliari è stato per distacco uno dei migliori dell'Inter contro il Real Madrid

L'Inter di Antonio Conte come Penelope: disfa, ricuce e disfa di nuovo. I nerazzurri, nonostante la sconfitta per 3-2, hanno disputato un buon match contro il Real Madrid di Zinedine Zidane giocandosela a viso aperto contro i primi in classifica della Liga spagnola. I gol di Benzema, su regalo di Hakimi, e del solito Sergio Ramos di testa potevano spezzare le gambe a qualsiasi squadra ma non all'Inter che ha reagito con veemenza trovando le reti con Lautaro Martinez, su assist volante di tacco di Barella, e con Perisic nella ripresa grazie all'assist di Martinez. La rete finale di Rodrygo, su ennesima dormita difensiva, ha spedito all'inferno i nerazzurri che ora dovranno fare 7 punti per non essere eliminati dalla Champions League nella fase a gironi.

La grande colpa

I due migliori in campo per l'Inter sono stati per distacco Lautaro Martinez, finalmente decisivo e in una gara importante, e Nicolò Barella che come sempre ha dato tutto sul terreno di gioco. Il 23enne centrocampista sardo è l'anima pulsante della linea mediana nerazzurra per quantità e qualità. La grande giocata volante di tacco per servire Lautaro è stata una vera e propria prodezza ad impreziosire una partita fatta di corsa, raddoppi, sacrificio e giocate di classe.

In tanti hanno criticato la scelta di Conte di sostituirlo nel momento chiave della partita, al 78' sul 2-2, per inserire Roberto Gagliardini. La sostituzione più corretta sarebbe forse stata con Vidal, anche lui già ammonito come Barella, anche perché l'ex giocatore del Cagliari al momento sembra essere uno dei pochi punti di forza del centrocampo dell'Inter.

Conte soddisfatto a metà

Al termine del match perso contro il Real, Conte si è presentato ai microfoni di Sky Sport gonfiando il petto dicendosi soddisfatto del gioco mostrato dalla sua Inter:"Sicuramente il risultato finale lascia l'amaro in bocca, ma c'è un aspetto che non va sottovalutato: queste partite dimostrano che c'è una crescita. Non so quante squadra vanno sotto due gol a Madrid e poi la recuperano. Siamo andati anche vicini a fare il terzo gol".

"Stiamo facendo step su step, questa mentalità mi è piaciuta. E' un periodo che non siamo fortunati sui risultati, ma queste prestazioni devono dare fiducia ai ragazzi. Vogliamo tornare a essere una squadra temuta in Europa. Ci sono ancora tre partite e nove punti, faremo di tutto per passare il turno. Sapevamo che questo era il girone più difficile di tutti", questo il commento finale di Conte in merito alla Champions League. Ora l'Inter dovrà affrontare l'ultimo ostacolo in campionato, l'Atalanta di Gasperini, prima della sosta per le nazionali che potrebbe anche aiutare dando fiato a diversi calciatori. La sensazione è che dalla ripresa dopo la pausa si vedrà la vera Inter che non potrà più permettersi di sbagliare né in campionato, né in Champions League.

Il tabellino

Real Madrid: Courtois, Lucas Vazquez, Ramos, Varane, Mendy, Kroos (34′ st Modric), Casemiro, Valverde, Asensio (19′ st Rodrygo), Benzema, Hazard (19′ st Vinicius Junior). (13 Lunin, 26 Altube, 12 Marcelo, 40 Santos, 22 Isco, 18 Jovic, 24 Mariano Diaz)


Inter: Handanovic, D'Ambrosio, de Vrij, Bastoni, Hakimi, Brozovic, Vidal (42′ st Nainggolan), Young, Barella (33′ st Gagliardini), Martinez, Perisic (33′ st Sanchez). (27 Padelli, 35 Stankovic, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 36 Darmian, 37 Skriniar, 24 Eriksen, 99 Pinamonti)

Reti: 25' Benzema (R), 33' Sergio Ramos (R), 35′ Lautaro Martinez (I), 68' Perisic (I) , 80' Rodrygo (R)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 04/11/2020 - 12:16

barella non è stato uno dei migliori, è stato il migliore in assoluto, si è battuto come un leone!

ninito

Mer, 04/11/2020 - 12:37

Non dovevano cambiare Barella, quello che deve essere sostituito e Conte, che non è capace di leggere le partite e cambiare modulo.Ranocchia, fa meglio che i titolari in difesa. Perchè ha preso Kolarov, Erichsen, Naingolan e non li fa giocare. Gagliardini non è da Inter, non fa se no casini come Vidal. Basta bisogna mandare via Conte e subito, se vogliamo fare qualcosa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 04/11/2020 - 12:45

E' Conte che non funziona. La difesa a tre è un fallimento.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 04/11/2020 - 13:00

Se è pur vero che contro la sfortuna è sempre una battaglia persa, un conto è subirla un conto è andarla a cercare e stenderle un tappeto rosso.

machimo

Mer, 04/11/2020 - 15:26

Troppi stranieri e pure bidoni è questo il problema. Vedete hakimi che bidone. Il migliore in campo era Barella.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 04/11/2020 - 19:21

@machimo - concordo.