Italia fuori da Euro 2016: la maledizione azzurra ai calci di rigore

L'Italia non ha molto fortuna con i calci di rigore. Sono più i dolori che le gioie dagli undici metri per la nazionale azzurra tra Europei e Mondiali

Simone Zaza dopo aver sbagliato il calcio di rigore

L’Italia è stata amaramente eliminata dalla Germania ai quarti di finale ad Euro 2016. I tedeschi si sono imposti per 7-6 dopo i calci di rigore e gli azzurri hanno fallito ben quattro penalty con Zaza, Pellè, Bonucci e Darmian. Non è la prima volta che la nostra nazionale viene eliminata da un Mondiale o da un Europeo dopo i tiri dal dischetto. Ad Italia 90, gli azzurri vennero estromessi dal Mondiale di casa in semifinale dall’Argentina di Diego Armando Maradona: dopo l’1-1 dei tempi regolamentari e dei supplementari furono i rigori a decretare l’uscita di scena della nazionale di Azeglio Vicini. Ancora più male fece la sconfitta nel Mondiale americano del 1994, dove l’Italia di Arrigo Sacchi perse in finale contro il Brasile dopo lo 0-0. Decisivi furono gli errori di Franco Baresi, Daniele Massaro e di Roberto Baggio.

Altro Mondiale, in Francia nel 1998, e altra eliminazione maturata dopo i calci di rigore. Questa volta è la nazionale francese, ai quarti di finale, a buttare fuori l’Italia di Cesare Maldini. Decisivi gli errori dagli undici metri di Demetrio Albertini e di Luigi Di Biagio. Nel Mondiale del 2006, però, i calci di rigore sorridono all’Italia che vince in finale contro la Francia di Zinedine Zidane. Infine, negli Europei del 2008, l’Italia venne sconfitta dalla Spagna di del Bosque ai calci di rigore dopo lo 0-0 dei 120 minuti. Dal dischetto gli errori decisivi portarono la firma di Daniele De Rossi e Antonio Di Natale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

frank173

Lun, 04/07/2016 - 13:23

Fortuna? Che imparino a tirali piuttosto.

il sorpasso

Lun, 04/07/2016 - 14:06

Lasciamo stare la fortuna: sono degli incapaci!!!

redy_t

Lun, 04/07/2016 - 14:10

Se in cinque casi su sei abbiam perso, è evidente che soffriamo di un deficit mentale più che tecnico.Dunque occorrerà correre ai ripari in qualche modo.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 04/07/2016 - 14:22

Devono imparare a tirare rigori sotto stress. Solo per esempio (i tecnici sapranno fare sicuramente meglio, si spera) farli rigorare con forti rumori, sotto getti di idranti, scoppi, gente che attraversa l'area interessata, insomma tutto quello che serve per sconcentrarli e metterli a disagio. Conciati in quel modo cercare di fare gol con due o tre portieri tra i pali

MOSTARDELLIS

Lun, 04/07/2016 - 15:16

E allora è molto semplice, allenateli a tirare rigori!!!

maurizio@rbbox.de

Lun, 04/07/2016 - 16:04

A volte l'impressione è quella: non si allenano abbastanza.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 04/07/2016 - 17:50

Che maledizione d`egitto, avessero giocato meglio, non sarebbero andati ai rigori. """CHE GLI AZZZURRI, IMPARINO LA SPORTIVITÀ E LA COSTANZA DEGLI ISLANDESI"""!!! AMEN.

ilbarzo

Mar, 05/07/2016 - 16:21

Ma quale malediazione azzurra,sono i giocatori che non sono capaci a titare un rigore.Farselo parare può andare anche bene,ma addirittura calciarlo fuori dalla porta e sintomo di non saperci proprio fare!Sono dei professionisti (perlomeno lo stipendio prendono quello) e non degli inesperti sprovveduti.

ilbarzo

Mar, 05/07/2016 - 16:24

se venissero pagati di meno,ma molto molto meno,ci metterebbero più impegno e giocherebbero molto meglio.

ilbarzo

Mar, 05/07/2016 - 16:26

l'incapacità non paga e questi signorini sono molto incapaci.Solo i giocatori italiani non sanno tirare rigori!!!

ilbarzo

Mar, 05/07/2016 - 16:28

Non credo che per allenare a tirare i rigori dobbiate fare degli straordinari.