L'ex Tacchinardi: "Atalanta-Juve, le squadre della mia vita"

Il doppio ex Alessio Tacchinardi parla così in vista di Atalanta-Juve: "Riconoscenza infinita, per me rappresentano tutto"

L'ex Tacchinardi: "Atalanta-Juve, le squadre della mia vita"

Atalanta-Juventus sarà il match dei ricordi per Alessio Tacchinardi, il doppio ex della gara odierna: "Riconoscenza infinita, sono le squadre della mia vita. Per me rappresentano tutto". Classica diplomazia utilizzata dal classe '75: "Sono leggermente più affezionato alla Juve, forse perché i miei figli sono tifosi bianconeri, ma sarebbe ingeneroso schierarmi. Vorrei un bel pareggio, accontenterebbe l'una e l'altra".

Tacchinardi a tutto tondo

Quella di oggi sarà una sfida "molto, molto bella. Per chi ama il calcio, saranno 90' da vedere e rivedere. Direi da studiare. Sono partite da lontano, certi livelli non si raggiungono dall'oggi al domani. Attualmente, al netto di tutto, questa sfida rappresenta il top del nostro calcio". L'ex centrocampista, a La Gazzetta dello Sport, ha parlato anche di alcuni prospetti interessanti che militano nel club bergamasco: "Mancini cresce partita dopo partita, ma vado oltre. In Primavera mister Brambilla ha a disposizione ottimi calciatori, Colpani e Kulusevksi in primis. Spero che la prima squadra riesca a prendere un buon margine nel ritorno in ottica Europa, vorrei vedere in campo questi ragazzi con regolarità". Infine una domanda sul suo futuro, magari da tecnico nerazzurro o bianconero nella cantera: "L'anno scorso ci fu la possibilità di tornare a Zingonia, come in estate alla Juve. Poi, per vari motivi, non si chiuse. È importante trasmettere ai giovani un qualcosa che vada oltre il gesto tecnico. Mi riferisco ai valori di queste società e a ciò che le contraddistingue dalle altre. Per me sarebbe un onore, spero accada presto".

Commenti