Sport

Thohir: "L'Inter? Allah mi ha detto comprala!"

Se qualche anno fa il difensore nigeriano West affermava convinto che il Signore volesse un suo impiego in nerazzurro, ora è patron Thohir a parlare, a proposito della sua acquisizione, di un input divino

Un fantomatico suggerimento divino alla base dell'acquisto di Thohir
Un fantomatico suggerimento divino alla base dell'acquisto di Thohir

Il magnate indonesiano Erick Thohir, neopresidente dell'Inter, ha dichiarato alla stampa indonesiana di aver ricevuto un suggerimento divino nel momento in cui ha deciso di acquistare la squadra milanese, appena messa in vendita dal patron Massimo Moratti.

Parole simili a quelle pronunciate alcuni anni fa dal difensore nigeriano Taribo West, a cui Dio avrebbe ordinato di giocare nell'Inter, nonostante l'allora allenatore Lippi la pensasse diversamente (il tecnico viareggino aveva risposto con sarcasmo di non essere al corrente della decisione divina, relegando il difensore in panchina).

I tifosi interisti, intanto, si dividono sul nuovo corso instaurato dal magnate indonesiano tra sostenitori e nostalgici del recente passato. I primi apprezzano l'efficiente gestione strategica della Società, basata su un necessario ripiamanento dei conti, sull'abbattimento dei costi legati agli stipendi dei calciatori e sugli acquisti di potenziali buoni giocatori (Dodò, M'Vila, Medel e Osvaldo) a prezzi di saldo. I nostalgici chiedono a Thohir maggiori investimenti, dubitando sulla circostanza che una politica gestionale così accorta possa portare a risultati prestigiosi in periodi brevi.

L'obiettivo realistico per l'Inter di Erick Thohir di quest'anno è sicuramente il terzo posto che permetterebbe di centrare la qualificazione in Champions League. La squadra di Mazzarri cercherà la prima vittoria stagionale in campionato domenica alle ore 15, quando affronterà al San Siro il temibile Sassuolo di Zaza e Berardi, apparsi in gran forma nelle partite disputate, rispettivamente, con la Bazionale maggiore e con l'Under-21.

Commenti