Sport

Lite Varriale-Antinelli: "Scardina non riposa in pace"; "Taci, ipocrita"

Il giornalista napoletano ricorda su Twitter il collega morto. Ma Antinelli lo attacca: "Scardina non riposa in pace". E Varriale si imbufalisce: "Taci, ipocrita"

Lite Varriale-Antinelli: "Scardina non riposa in pace"; "Taci, ipocrita"

All'indomani della morte dello storico giornalista Rai Ignazio Scardina, scomparso ieri a 70 anni dopo una vita a raccontare lo sport per i programmi della tv di Stato, si accende una polemica di cui certo non si sentiva il bisogno.

Protagonisti ne sono altri due cronisti della Rai, Enrico Varriale ed Alessandro Antinelli, che su Twitter si sono ripetutamente "beccati" con frasi al veleno e parole assai poco gentili. Tutto è nato da un cinguettio di Varriale, che ieri dopo pranzo ha scritto: "Oggi solo silenzio e dolore. Addio Ignazio R.I.P".

Le sue parole però hanno raccolto la risposta polemica di Scardina, che ha replicato "no, non riposa in pace", ingiungendo poi a Varriale di "tacere" e ricevendone in cambio l'appellativo di ipocrita. La querelle rimonta con ogni probabilità agli anni successivi allo scandalo di Calciopoli, quando Scardina venne coinvolto nelle indagini, per poi essere assolto dal tribunale di Napoli.

Negli anni dal 2000 al 2006, quando era a capo della redzione sportiva della Rai, Scardina avrebbe avuto diversi diverbi proprio con Varriale. Secondo alcune ricostruzioni, quest'ultimo lo avrebbe accusato di favorire determinate figure all'interno della redazione per pubblicare servizi favorevoli alla Juventus negli anni di Calciopoli.

Ora Antinelli deve aver evidentemente ricordato quelle polemiche, attaccando il collega in maniera così plateale.

Commenti