L'uomo Ibrahimovic: cosa c'è dietro la sua grafia

Dalla firma di Ibrahimovic si può delineare il temperamento innato dello stesso sul quale si è strutturato nel tempo il carattere dell’individuo. Ibrahimovic possiede una natura innata sanguigna il che lo porta a trovare nell’attività la propria realizzazione. È persona affascinato dai cambiamenti soprattutto se questi garantiscono prestigio anche economico, inteso non come accumulo avido bensì come sicurezza e garanzia per il futuro. La sua capacità di combattente, il dinamismo ed il senso della concretezza lo portano a soppesare sempre i pro e i contro senza però vivere le cose con ossessività. Ibra è senza dubbio un egocentrico; ama che “la luce dei riflettori lo illumini” come protagonista sia sul campo sia nella vita privata. Nonostante i suoi 38 anni vuole essere ancora considerato persona capace di risolvere i problemi di una squadra in crisi, mostrando molteplici risorse. Nei rapporti interpersonali è immediato e la sua compagnia è desiderata poiché sa animare l’ambiente, almeno fintanto che il suo “Ego” viene considerato. Tutta questa mistura tra temperamento combattivo e carattere vivace è evidenziato dalle lettere iniziali del nome e del cognome, grandi e ben rappresentate oltre che dal paraffo dell’iniziale “Z” che, sottolineando la sigla e ponendosi al di sopra del nome “Zlatan” fa emergere il forte bisogno di conferme e di protezione nel timore di sentirsi escluso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.