Con il motore ibrido di Fiat 500 e Panda risparmio di soldi e CO2

Modelli in listino a 500 euro in più rispetto a quelli tradizionali. Tre funzioni di guida

Bologna Cinquecento euro in più rispetto al modello con motore termico e, per la versione Launch Edition, un colore Verde rugiada, fresco ed elegante. Panda e 500 inaugurano ufficialmente la svolta elettrificata di Fca. E tocca al marchio storico Fiat accendere per primo il nuovo motore, il 3 cilindri 1.000 di cilindrata omologato Euro 6D Final da 70 cavalli e 92 Nm di coppia a 3.500 giri/minuto, abbinato a un'unità elettrica (BSG, ovvero Belt-driven Starter Generator) di 3,6 kW, 12 Volt e a una batteria a ioni di litio. Dettagli tecnici a parte, il risultato ottenuto, sottolineato da Luca Napolitano, responsabile di Fiat e Abarth per i mercati Emea, tra cui l'Europa, è il 30% dei consumi in meno, contestuale alla riduzione delle emissioni di CO2 (sotto i 90 grammi per chilometro: 88 grammi quelli emessi da 500 e 89 grammi da Panda).

Ma le due city-car Hybrid assicurano a chi le guiderà vantaggi in termini di accesso nelle zone a traffico limitato, parcheggi gratutiti dove previsti e agevolazioni in tema di bollo. Napolitano ha fatto qualche calcolo: «Ipotizziamo di abitare a Roma e perccorrere con la Panda Hybrid almeno 10mila chilometri l'anno. Il 30% in meno dei consumi equivale a un risparmio di 300 euro; nel Lazio, inoltre, questo medello non paga il bollo, e sono altri 130 euro; un altro beneficio deriva dal parcheggio: entrando in centro 2 o 3 volte la settimana aggiungo al tesoretto ancora 300 euro. In tasca, a questo punto, mi restano circa 700 euro l'anno che salgono a 2.800 considerando il ciclo medio quadriennale di un veicolo». L'esempio portato vuole dimostrare che i 500 euro in più versati per avere la vettura con il nuovo motore mild hybrid vengono rapidamente ripagati in virtù di tutti questi bonus.

Panda e 500 Hybrid sono già ordinabili da gennaio con il prezzo promozionale di 10.900 euro. E chi opterà per il finanziamento «Fca Bank Be-Hybrid» avrà il merito di adottare un albero a sostegno dell'ambiente, tanto per restare in tema green.

All'interno, i sedili, ben intonati al Verde rugiada della carrozzeria, sono realizzati in un tessuto ricavato dalla lavorazione della plastica riciclata. Ci si accomoda e le differenze rispetto a 500 e Panda tradizionali si notano non appena avviato il motore. Giro di prova a Bologna, nei dintorni di FICO, il regno della gastronomia e del mangiare genuino italiano, il parco del cibo più grande al mondo.

Tre le funzioni che fanno capo al sistema mild hybrid: inserita la prima (6 le marce manuali) ci troviamo in e-assist. Significa che il motore elettrico supporta quello 1.0 a 3 cilindri. Allo stesso tempo, sul display appare il flusso di energia in uscita dalla batteria. Una volta che si rilascia l'acceleratore, con la marcia inserita, viene invece attivata in automatico la modalità e-coasting e la batteria si ricarica. Se si frena (e-braking) l'energia recupearata aumenta. In tale fase, alla velocità fino a 30 km/h, ecco lampeggiare sul quadro una «N». L'avviso di disinserire la marcia, passando in folle e con la funzione sailing che lascia veleggiare la vettura consumando zero ed emettendo altrettanto. Al guidatore è poi consigliata la marcia da inserire per una ripartenza perfetta: piede sulla frizione e via. «In casa Fiat la temperatura sta salendo - puntualizza Napolitano -. Il 2020 sarà un anno importante». E Pietro Gorlier, coo Emea di Fca: «Mettiamo sulla strada soluzioni accessibili che portano ai clienti vantaggi tangibili».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.