Primo arrivo in salita con Nibali in difesa

Cominciano le Alpi, c'è anche il rischio neve. La maglia rosa: "Sono pronto". Wiggins: "Ma al Tour gli ho dato 6 minuti..."

Primo arrivo in salita con Nibali in difesa

Cordenons. Così Nibali: «Arrivano le prime montagne. Mi attaccheranno, ma io sono pronto». Wiggins: «Il mio Giro non è compromesso. Ricordo a tutti che a Nibali sono già capitate giornate nere: mi troverà pronto ad approfittarne. All'ultimo Tour lui è arrivato a sei minuti da me…».

Così i protagonisti nella giornata di riposo. Il Giro riaccende oggi i motori per affrontare la prima montagna, in Friuli, da Cordenons all'Altipiano del Montasio, 167 chilometri con arrivo in salita, ma prima con una terribile discesa che rimetterà a dura prova i nervi di Wiggins.

Allenamenti blandi e tanto riposo per i big nella giornata di pausa. Evans il più dormiglione: è la sua tecnica di recupero. La classifica generale lo trova comunque a pochi secondi da Nibali, per la precisione 29. Seguono Gesink a 1'15'', Wiggins a 1'16'', Scarponi a 1'24, Henao a 2'11''.

Da anni il Giro d'Italia non aveva una classifica di vertice tanto nobile. I giochi sono apertissimi, alle Alpi il compito di stabilire chi sia il migliore. In forse però i tapponi: il meteo di questo maggio implacabile mette a serio rischio il passaggio sui valichi più alti.

Commenti