La Roma gioca con orgoglio ma non riesce nell'impresa

La Roma vince 3-2 contro il Manchester United ma non riesce nell'impresa di ribaltare il 6-2 dell'andata. Finale tra i Red Devils e il Villarreal che "spezza" così l'egemonia inglese in Europa tra Champions ed Europa League

La Roma gioca con orgoglio ma non riesce nell'impresa: in finale va lo United

La Roma di Paulo Fonseca non riesce nell'impresa di ribaltare il pesante 6-2 rimediato nella gara d'andata da parte del Manchester United, vince con orgoglio per 3-2 ontro i Red Devils ma saluta la competizione proprio ad un passo dalla finale di Danzica. Le reti di Dzeko, Cristante e del giovanissimo talento Zalewski hanno fatto il palio con la doppietta di Cavani ma quantomeno i giallorossi se la sono giocata alla pari contro una squadra che aveva già un piede e mezzo in finale dopo la roboante vittoria della sfida d'andata.

Qualcuno aveva creduto o più semplicemente sperato nel miracolo sportivo soprattutto dopo l'annuncio del nuovo tecnico, José Mourinho, in vista della prossima stagione. La Roma non ce l'ha fatta come preventivabile ma quantomeno ha gettato il cuore oltre l'ostacolo, giocando con orgoglio e riscattando parzialmente l'umiliazione subita ad Old Trafford nella sfida d'andata. Ora bisognerà cercare di chiudere al meglio la stagione non perdendo il settimo posto che vuol dire preliminari di Europa League per la prossima stagione. Il destino di Fonseca è già segnato e Mourinho è pronto a subentrare e la vittoria di questa sera potrebbe essere un viatico importante in vista della nuova Roma 2021-2022.

Nell'altro match di serata il Villarreal resiste a Londra contro l'Arsenal di Arteta: finisce 0-0 all'Emirates Stadium. Il "Sottomarino giallo" stacca così il pass per la finale che si disputerà a Danzica il prossimo 26 maggio. Gli spagnoli spezzano così l'egemonia inglese dato che la finale di Champions sarà City-Chelsea mentre in Europa League si giocheranno la vittoria United e Villarreal.

La cronaca della partita

La Roma parte subito bene con due grandi occasioni tra il 1' e il 4'. Karsdorp e Pedro tra l'11' e il 14' mettono in ansia la difesa dello United ma al 20' si svegliano gli ospiti che colpiscono un traversa con l'ex Napoli Edinson Cavani. Mirante salva la Roma al 26' e due minuti dopo Fonseca deve far uscire Smalling per infortunio: al suo posto Kumbulla. La Roma si rende ancora pericolosa al 34' ma al 39' a passare in vantaggio è lo United con Cavani che lanciato in campo aperto da Fred batte Mirante. Il primo tempo si chiude ancora con un occasione per parte ma si va al riposo sullo 0-1.

Nella ripresa la Roma è combattiva e al 57' trova il pareggio con Dzeko che di testa appoggia in rete l'assist di Pedro. Passano 3 minuti e i giallorossi si portano in vantaggio con Cristante che approfitta di una dormita difensiva dello United per battere ancora De Gea. United fortunato tra il 61' e il 62' con tre grandi occasioni per la Roma con il portiere inglese che si salva quasi inconsapevolmente. Mirante si fa trovare pronto su Greenwood al 64' e poi su Bruno Fernandes al 66'. Il pareggio però arriva poco dopo, al 68', ancora con Cavani che decolla di testa battendo Mirante.

Pedro colpisce il palo al 73' e all'83' il giovanissimo Zalewski, entrato da 6 minuti, sigla il gol della vittoria con un bel destro al volo deviato da un difensore. La Roma attacca nel finale alla ricerca del gol del 4-2 che avrebbe meritato ma non sfonda più: finisce 3-2 per i giallorossi che vengono però eliminati.

Il tabellino

Roma: Mirante; Karsdorp, Smalling (28' Kumbulla), Ibanez, Bruno Peres (69' Santon); Cristante, Mancini; Pedro (77' Zalewski), Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko (77' Borja Majoral). All. Fonseca

Manchester United: De Gea; Wan-Bissaka (46' Williams), Bailly, Maguire, Shaw (49' Alex Telles); Van de Beek, Fred; Greenwood, Bruno Fernandes (83' Mata), Pogba (63' Matic); Cavani (73' Rashford).

Reti: 39' e 69' Cavani (M), 57' Dzeko (R), 59' Cristante (R), 83' (Zalewski)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?