Super El Shaarawy. E Mou fa mille con una folle corsa sotto la Curva sud

Terza vittoria su tre. Cinque su cinque, compreso il preliminare della Conference League

Super El Shaarawy. E Mou fa mille con una folle corsa sotto la Curva sud

Terza vittoria su tre. Cinque su cinque, compreso il preliminare della Conference League. Firmato José Mourinho nella notte della 1000ª panchina che si chiude con la sua corsa sotto la Sud. D'altronde la Roma, che da 13 anni aspetta un titolo, lo ha preso anche per questo. Il nome di battesimo del portoghese non poteva essere "Vittoria", ma il portoghese ambisce da sempre a trasformare quel termine nel sostantivo che meglio riassume la sua esistenza. E così, anche con il Sassuolo, la Roma vince e lo fa grazie a lui.

I giallorossi nel primo tempo faticano a creare grandi occasioni e anzi sono gli ospiti ad andare vicino al vantaggio (al 27' gol annullato a Berardi per fuorigioco millimetrico di Raspadori). Eppure il gol la Roma lo fa, a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco. Su calcio di punizione dalla trequarti tutta la squadra si muove in direzione del secondo palo, attirando la difesa avversaria. Sul primo palo si libera così Cristante che, servito perfettamente da Pellegrini, fa 1-0. Uno schema, di quelli studiati da Mourinho, che ha coinvolto tutta la squadra.

La firma del tecnico portoghese si vede ovunque: la Roma è un gruppo che lotta e, con determinazione, affronta anche i momenti più difficili senza mai demordere. In cinque partite i giallorossi sono andati in difficoltà, in alcuni spezzoni di gara, con il Trabzonspor e con la Fiorentina, prima che con il Sassuolo. Dopo il pareggio di Djuricic, Rui Patricio ha salvato il risultato su Berardi e Boga, poi, nel finale, la perla di El Shaarawy che fissa il risultato sul 2-1. Tutta la squadra è corsa sotto la Sud a festeggiare. Tutti insieme, tifosi compresi. Poi, in pieno recupero, gol annullato a Scamacca. Ancora sofferenza, ancora 3 punti. Inizio di stagione per la Roma sono arrivate solo vittorie. Tre su tre. Cinque su cinque con la Conference. E anche per Mourinho è un record: mai era riuscito a fare filotto nelle prime cinque con un nuovo club. Anche questo dimostra quanto velocemente, lo Special One, sia riuscito a prendersi Roma.

Commenti