Torino, Mazzarri: "Tifosi, scusate. Andiamo in ritiro". Belotti: "Ci hanno umiliato"

Mazzarri e Belotti hanno commentato con amarezza la sconfitta per 7-0 subita per mano dell'Atalanta. Cairo per ora conferma il tecnico: "Nessun ultimatum"

Il Torino di Walter Mazzarri è stato letteralmente presa a pallonate dall'Atalanta di Gian Piero Gasperini che ha imposto ai granata una delle sconfitte più pesanti della sua stori con uno 0-7 da brividi per i tifosi di casa. La partita è stata equilibrata solo per 15' con i nerazzurri di Bergamo che hanno stritolato l'avversario, grazie anche ad uno scatenato Josip Ilicic autore di una tripletta, e passeggiato sul suo cadavere nell'ultimo quarto d'ora di gara quando i granata hanno subito la doppia espulsione di Izzo e Lukic e dove sono arrivati gli ultimi due gol di Luis Muriel che hanno fissato il punteggio sul 7-0 finale.

Al termine del match uno scosso Walter Mazzarri si è presentato ai microfoni di Dazn per commentare la disfatta della sua squadra: "Non ha funzionato nulla. Chiedo scusa per una prestazione indifendibile. Sono venuto qui per rispetto di tifosi e giornalisti, ma non devo aggiungere altro. Solo che ho già annunciato ai giocatori che andremo in ritiro subito. Grazie e arrivederci".

A fargli eco il capitano Andrea Belotti che ha parlato di umiliazione subita dalla squadra di Gasperini: "Prestazione non concepibile. Il ritiro è utile perché potremo sfogarci. Dobbiamo trovare le motivazioni giuste in vista del Milan in Coppa Italia. In ritiro dobbiamo ritrovare le forze per ripartire". Il Gallo ha poi analizzato la gara contro la Dea: "Le partite si possono anche perdere, ma bisogna sempre uscire dal campo dimostrando che si è fatto il massimo possibile. Invece è stato un qualcosa di umiliante, che mi ha toccato a fondo. Una prestazione non all'altezza del Torino: chiediamo scusa. Abbiamo sbagliato tutto quello che potevamo sbagliare".

Per ora Mazzarri non rischia il posto ma il match di Coppa Italia contro il Milan di Stefano Pioli potrebbe essere decisiva per il suo futuro: il passaggio del turno potrebbe parzialmente rimediare ad una sconfitta davvero inaspettata e con un punteggio tennistico. Il Presidente Urbano Cairo, intercettato ieri notte allo stadio Olimpico Grande Torino ha confermato il tecnico toscano:"Nessuna novità. La prima cosa che faccio è scusarmi con i tifosi perché una partita del genere è veramente qualcosa di brutto, è incommentabile, indifendibile. Per il resto non ci sono novità, tutto confermato. Martedì abbiamo una partita importante (a San Siro con il Milan nei quarti di Coppa Italia, ndr), dobbiamo prepararla bene. Ultimatum a Mazzarri? "No, no".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.