Il Tribunale Federale assolve Raiola per le offese alla Figc

Raiola aveva usato parole forti per attaccare la Figc, Ventura e Di Biagio ma il Tribunale Federale lo ha assolto: "Si tratta di personali opinioni tecniche senza alcuna attinenza o rilevanza"

Il Tribunale Federale assolve Raiola per le offese alla Figc

Mino Raiola è da sempre un personaggio senza peli sulla lingua e anche lo scorso 20 marzo, sei mesi fa, non si era fatto problemi a dire la sua circa la mancata convocazione di Mario Balotelli nel playoff contro la Svezia. Il procuratore di Pogba, Ibrahimovic e Balotelli ai microfoni di Radio 24 aveva attaccato pesantemente sia Giampiero Ventura che Gianluigi Di Biagio. Ecco le sue parole: "Questa Federazione fa schifo, questa Nazionale fa schifo. Di Biagio? "Lui è uno senza carattere ed in confusione totale come lo era Ventura. Buffon viene selezionato con motivazioni che invece non valgono per Balotelli, quindi si adottano due pesi e due misure. Servirebbe un direttore sportivo che si occupi della Nazionale che è piena di gente scarsa”.

Queste dichiarazioni gli costarono il deferimento da parte della Procura Federale nella figura di Giuseppe Pecoraro. Secondo il Tribunale Federale Nazionale della Figc, però, le parole di Raiola sarebbero unicamente da considerarsi in questi termini:"Si tratta di personali opinioni tecniche senza alcuna attinenza o rilevanza con la specifica funzione per la quale lo stesso ha manifestato volontà di sottoporsi all’ordinamento federale”. Nonostante le sue pesanti parole il potente agente italiano naturalizzato olandese è stato definitivamente prosciolto e può dunque tirare un sospiro di sollievo.

Commenti