Vidal in lacrime: "Scusatemi, l'incidente è colpa mia"

"Ho bevuto degli alcolici, dopo c'è stato l'incidente". Il centrocampista della Juve chiede scusa: "Mi vergogno di quanto accaduto"

Arturo Vidal in lacrime dopo l'incidente stradale

Le lacrime dopo l'incidente che avrebbe potuto costare la vita a qualcuno. Arturo Vidal si è presentato davanti alla stampa nel ritiro della sua Nazionale per chiedere scusa e fare mea culpa. "Voglio raccontare quello che è successo - ha spiegato il centrocampista della Roja - ho bevuto degli alcolici, dopo c'è stato l'incidente, di cui ormai sapete tutto. Ho messo a rischio la vita di mia moglie e di molte persone. Sono davvero rammaricato, mi vergogno di quanto accaduto".

Arturo Vidal, causa il troppo alcol nel sangue dopo una notte movimentata, ha avuto la patente sospesa per quattro mesi. Però ha salvato il posto in nazionale. Ma l’incidente causato dal centrocampista della Juventus - nonchè pilastro della Roja, al comando del suo gruppo nella Coppa America - ha provocato un'ondata di indignazione nel paese. Lo schianto è avvenuto la scorsa notte, mentre Vidal stava tornando con la moglie dal Monticello Grand Casino, un noto resort di intrattenimento, al complesso sportivo Juan Pinto Duran di Santiago, dove si allena la Roja. Quando i carabineros hanno fermato il giocatore il tasso di alcol nel suo sangue era di 1,2 grammi per litro contro 0,8, per cui è stato deferito in tribunale, dove un magistrato ha sospeso la patente ed imposto l’obbligo di firma mensile presso il consolato cileno a Milano mentre si svolgano le indagini sull’incidente.

Durante la conferenza stampa di ieri, Vidal ha ringraziato le centinaia di persone che si sono presentate davanti al Tribunale di Garanzia di San Bernardo per dargli il proprio supporto. "Voglio ringraziare la gente che mi ha appoggiato durante quello che successo e voglio chiedere scusa ai miei compagni, ai dirigenti, a tutto il Paese - ha detto - darò il massimo per vincere la Coppa America". Il ct Jorge Sampaoli ha cercato di minimizzare l’episodio, sostenendo che "non ha avuto l’importanza della quale parlano in tanti" e ha confermato la presenza di Vidal nella Roja. "Per noi è un giocatore di grande valore - ha spiegato - dobbiamo ammettere che ha commesso un errore, ma non è qualcosa di così grave da giustificarne l’esclusione".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 18/06/2015 - 11:46

Combina il guaio e dopo chiede scusa e si vergogna! ... ecco un altro con il cervello a "scoppio ritardato".

montenotte

Gio, 18/06/2015 - 14:05

Lacrime di coccodrillo. Mi fa pena, c'è anche qualcuno che prova solidarietà e lo giustifica. Ma!

Gianca59

Gio, 18/06/2015 - 14:09

E rendersi conto di fare una stXXXXXXX prima ? E capire che da alticci non si può guidare una macchina men meno se si tratta di una Ferrari ? Forse è chiedere troppo alla testa vuota di qualche, per fortuna non tutti, viziato giocatore.

corto lirazza

Gio, 18/06/2015 - 14:29

"obbligo di firma", ma è capace?

montenotte

Gio, 18/06/2015 - 18:10

Sicuramente ha pianto, ma per aver distrutto la Ferrari. Mi spiace solo per la Juve ad avere un dipendente cosi D'altronde nella finale di Champions ha rischiato l'espulsione: non è quindi quel campione che vogliono farci credere.

Tikitaka

Gio, 18/06/2015 - 23:33

Lacrime da coccodrillo....vergogna non ti dovrebbero dare manco più un euro guadagnati veramente i soldi non facendo due tiri a pallone.