Volo in discesa e bici spezzata: incidente choc al Giro

Lo sloveno Matej Mohoric ha perso il controllo della bici in discesa facendo un balzo in avanti e battendo il capo sull'asfalto senza gravi conseguenze

Volo in discesa e bici spezzata in due: incidente choc al Giro d'Italia

Bruttissima e violenta caduta nella nona tappa del Giro d'Italia: lo sloveno Matej Mohoric della Bahrain Victorious ha perso improvvisamente il controllo della sua bicicletta ed è stato sbalzato in avanti, cadendo e battendo il capo sull'asfalto per fortuna senza riportare gravi conseguenze.

Tantissima paura al Giro d'Italia nella nona tappa con partenza da Castel di Sangro ed arrivo a Campo Felice dopo 158 km. Il grande spavento ha visto protagonista Matej Mohoric della Bahrain Victorious. Lo sloveno aveva allungato sul gruppo compatto ed aveva tentato la fuga con altri compagni, ma in discesa è stato vittima di un terribile incidente. Mohoric ha perso improvvisamente il controllo della sua bicicletta ed è stato sbalzato in avanti, cadendo e battendo il capo sull'asfalto con un impatto davvero tremendo.

La ricostruzione

Una dinamica impressionante e rivedendo le immagini della caduta si può chiaramente comprendere il rischio corso dal ciclista sloveno che dapprima ha compiuto un giro su se stesso, volando oltre la bici e poi ha colpito il manto stradale con la testa. Per fortuna indossava il casco che lo ha salvato ma l'impatto è stato violentissimo anche per il colpo subito alla schiena. Precisamente l'incidente è avvenuto durante l'uscita da una curva quando Mohoric, che stava inseguendo un avversario, ha sbandato: la bicicletta si è così arrestata improvvisamente portandolo a compiere un giro da 360° in area e planare sul manto stradale con il capo e con la schiena. Una dinamica impressionante che è stata confermata dallo stato della bicicletta poco dopo: letteralmente spezzata in due tronconi.

Per fortuna solo tantissima paura ma nulla di grave. Lo sloveno si è rialzato quasi subito, incredulo e intontito mettendosi a bordo strada in attesa dell'ammiraglia e dell'auto medica. Ha provato a ripartire, con una nuova bicicletta ma alla fine il ciclista ha desistito sotto choc per quanto avvenuto. Soccorso subito, è stato trasportato nel più vicino ospedale per ulteriori accertamenti che dovranno fugare qualsiasi dubbio di traumi post caduta, dopo di cui è stato ovviamente costretto al ritiro. La tappa è stata vinta colombiano della Ineos Egan Bernal con una strepitosa azione sull'arrivo in salita sullo sterrato di Campo Felice davanti a Ciccone, Vlasov ed Evenepoel. Bernal è anche la nuova maglia rosa, persa da Attila Valter, con 15" di vantaggio su Evenepoel, 21" su Vlasov e 36" su Ciccone.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?