Stati Uniti Informatico realizza in casa la prima fusione nucleare fai-da-te

Nel tempo libero c’è chi colleziona farfalle o costruisce velieri, ma negli Usa ci si può imbattere anche in chi si fa la propria centrale nucleare personale. È il caso di Mark Suppes, un informatico americano che di mestiere sviluppa pagine web per Gucci e che, come riportano diversi media statunitensi fra cui la Cnn, è appena diventato la prima persona a riuscire a creare una reazione di fusione nucleare. L’esperimento di Suppes, precisa la rete americana, è su piccolissima scala, e l’energia prodotta è sufficiente appena a creare qualche bolla in un gel, senza nessun pericolo di esplosioni o di perdite di radioattività. La costruzione del dispositivo, che ha richiesto due anni di lavoro, è costata 37mila dollari (circa 30mila euro) spesi per componenti trovati in gran parte su Internet: «Ho raggiunto la fusione per la prima volta il 6 giugno - racconta Suppes - ottenendo un picco di 4 bolle». Il record dell’informatico statunitense è stato registrato dal sito Fusor.net, che raccoglie centinaia di appassionati di fusione di tutto il mondo e che censisce in un «Neutron Club» tutti coloro che affermano di essere riusciti nella reazione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti