Studio Deloitte: Real e Barcellona club più ricchi d'Europa, la Juve nella top ten

Per il club madrileno ricavi sopra i 400 milioni di euro, per quello bianconeri oltre 200. Sei società italiane nelle prime trenta

«El Clasico», il derby di Spagna fra Real Madrid e Barcellona, supera i confini dei campi di calcio e sbarca nel mondo della finanza. Le Merengues guidano infatti la classifica stilata sui ricavi dei club più ricchi d'Europa, superando per la prima volta i 400 milioni di euro, seguiti proprio dai Blaugrana, che coronano la stagione dei record 2008/2009, scavalcando al secondo posto il Manchester United, che paga però lo scotto di una sterlina in netto calo nei confronti dell'euro.
È il quadro che emerge dal consueto sondaggio sul mondo del calcio della società di revisione Deloitte, che vede sei italiane fra le trenta società più ricche d'Europa. Al primo posto fra i nostri club, e ottava nella graduatoria generale, si conferma la Juventus, con ricavi per 203,2 milioni di euro che le consentono di superare, almeno in questa classifica, Inter e Milan (196,5 milioni). Fra le prime 20, c'è anche la As Roma, i cui problemi con i creditori non le impediscono di portare a casa 146,4 milioni di ricavi. A seguire, fra le italiane, Fiorentina (94,1 milioni) e Napoli (90,1 milioni).
Quello italiano è il secondo plotone più numeroso in Europa, a pari merito con la Germania e dietro la sola Inghilterra, che mette ben 10 team fra i più ricchi d'Europa, con la notevole eccezione del Newcastle, unica squadra a non militare nella prima divisione del proprio paese, a testimonianza dell'importanza che le competizioni europee (Champions e Europa League) hanno nella formazione dei ricavi.
Il Manchester United è terzo in classifica (327 milioni), mentre Arsenal, Chelsea e Liverpool completano il poker di squadre della Premier League nella top-ten.
Caso veramente particolare è la Spagna, che occupa i primi due gradini del podio ma poi scompare fino alla ventiduesima posizione, occupata dall'Atletico Madrid: ulteriore conferma che il duopolio che sta contrassegnando gli ultimi campionati de La Liga rischia di consolidarsi ulteriormente.
Bayern Monaco e Amburgo, rispettivamente quarta e undicesima, sono le punte di diamante del campionato tedesco, mentre per trovare le prime francesi, il Lione e l'Olimpique Marsiglia, bisogna scendere fino alla tredicesima e quattordicesima posizione. Le «Big Five» (Inghilterra, Italia, Germania, Francia e Spagna) dominano la classifica e lasciano un solo posto, l'ultimo, ad una squadra che non appartiene ai campionati più ricchi: il turco Fenerbahce, che ha riportato ricavi per 87 milioni di euro, in netto calo rispetto ai 111 della stagione 2007/08, in cui si era piazzato al diciannovesimo posto della classifica.

Commenti

Grazie per il tuo commento