Samsung: "Steve Jobs voleva una guerra santa contro Google"

Al processo contro Apple, Samsung presenta alcune mail in cui Jobs esprimeva preoccupazione per i successi di Google e Samsung

Samsung: "Steve Jobs voleva una guerra santa contro Google"

È un triangolo complicato, quello delineatosi tra Apple, Google e Samsung. Tre colossi della tecnologia, legati da una rivalità commerciale che in qualche caso è stata addirittura descritta come una "guerra santa".

Lo sostiene la Samsung, che in questi termini ha descritto le idee di Steve Jobs nei confronti di Google e degli smartphone Android. Il defunto fondatore di Apple avrebbe voluto una "guerra santa" contro Mountain View, almeno stando alla versione fornita dall'azienda sudcoreana nel corso del processo in corso proprio contro Apple.

In tribunale, Samsung ha presentato alcune email inviate da Steve Jobs - al tempo ancora amministratore delegato del gruppo di Cupertino - in cui si affrontava il problema del "dilemma dell'innovazione" posto dal vantaggio che Google avrebbe avuto nell'integrazione dei servizi cloud.

Il fondatore di Apple avrebbe scritto che la propria azienda avrebbe dovuto "riprendere Android" nelle aree in cui iPhone era rimasto indietro, come le note, il wireless e il riconoscimento vocale. Samsung inoltre ha mostrato un'altro messaggio di posta elettronica risalente all'anno scorso, in cui il responsabile marketing di Apple, Phil Schiller, avrebbe esposto timori per i successi della Samsung.

Nel processo l'azienda di Cupertino accusa la rivale Samsung di violazione dei brevetti, ed ha richiesto un danno per due miliardi di dollari.

Commenti