È tutto pronto per il Gp: in pista si sfreccia ma la città si ferma ai box

MonzaPiccolo manuale di sopravvivenza al Gran Premio di Monza. Ossia, come uscire vivi dalla due giorni motoristica più famosa d’Italia. Il conto alla rovescia è partito e in città sono attesi circa 100mila tifosi. La crisi in realtà si è fatta sentire: al botteghino è stato registrato un calo del 20 per cento nelle prevendite e la dice lunga il fatto che si riescano ancora a trovare dei biglietti per la tribuna centrale, un tempo appannaggio dei grandi sponsor.
I «posti d’oro» che si affacciano sulla linea di partenza, del resto, non sono propriamente a buon mercato: 530 euro contro i 90 euro per il prato. Per incoraggiare gli spettatori Sias, la società che gestisce l’autodromo, è riuscita ad organizzare ieri pomeriggio un walk about speciale per tutti i possessori di un ticket d’ingresso. Piloti e scuderie a disposizione dei fans per foto e autografi. Questione di promozione. Ma, calo a parte, i numeri restano importanti e l’esercito degli appassionati in arrivo metterà a dura prova la viabilità cittadina. Quest’anno con un ostacolo in più: i lavori del maxi cantiere di viale Lombardia, una delle principali arterie di collegamento tra Monza, Milano e le tangenziali. Per evitare dei clamorosi effetti imbuto Comune, Provincia di Monza e Brianza, Anas e polizia stradale hanno costituito una task force che coordinerà la mobilità durante il weekend di gara. Due squadre di operai saranno a disposizione per modificare in tempo reale i flussi, coadiuvati da 115 agenti della Polizia locale. Se possibile, il consiglio resta lo stesso di sempre: evitare l’utilizzo dell’auto privata. Il piano viabilistico per il Gp prevede il blocco di tutte le strade d’accesso al Parco: viale Cesare Battisti, viale Brianza e naturalmente viale Cavriga che attraversa il polmone verde collegando Monza a Villasanta. Anche buona parte delle strade secondarie che si immettono sui viali principali saranno off-limit, eccezion fatta per taxi, autobus di linea e bus navetta. Come sempre sono state predisposte tre linee gratuite di collegamento che inizieranno a funzionare da oggi e per tutto il weekend: linea nera in partenza dalla stazione ferroviaria, linea blu dallo stadio brianteo e linea verde dal Rondò dei pini. I capolinea si trovano in concomitanza con i principali parcheggi comunali, anche se in totale i posti auto dislocati tra Monza, Villasanta e Vedano al Lambro (compresi quelli messi a disposizione dalle aziende private dagli iper della zona) arrivano a quota 20mila. Per informazioni è possibile collegarsi al sito del Comune all’indirizzo www.comune.monza.mi.it.
Stesso discorso per i treni. Nella giornata di domenica sarà possibile raggiungere l’autodromo dalla stazione centrale di Milano gratuitamente, mentre alcuni treni internazionali effettueranno delle fermate straordinarie a Monza. Per chi arriva in aereo, sia da Malpensa che da Linate sono a disposizione invece dei bus con servizio personalizzato gestiti da AliMonza (per informazioni 039/3908983 oppure 039/322306). Non solo sport. Per chi vuole anche divertirsi mercoledì sera ha preso il via la nuova edizione di MonzaPiù, la kermesse a cornice del Gran premio. L’esordio, la partita benefica tra Nazionale piloti e Scuderia Ferrari Club per raccogliere fondi per i terremotati dell’Abruzzo. L’elenco degli eventi è nutrito: tra gli appuntamenti di punta il concerto di Davide Van De Sfroos, domani alle 21,30 in piazza Trento, preceduto dalla presentazione del trailer del film «Barbarossa» di .

Commenti

Grazie per il tuo commento