Uefa Stasera Werder-Shakhtar in palio c’è l’ultima coppa

Werder Brema o Shakhtar Donetsk. Una delle due alzerà al cielo l’ultima Coppa Uefa della storia. Il trofeo, dalla prossima stagione, cambierà volto e soprattutto nome (Europa League). Al «Sükrü Saraçoglu» di Istanbul, impianto del Fenerbahçe da 50.000 posti, si affronteranno il club tedesco vincitore di una Coppa delle Coppe e gli ucraini del magnate Rinat Akhmetov, dal patrimonio stimato di 31 miliardi di dollari. Il Werder di Thomas Schaaf, uscito prematuramente dalla Champions (come lo Shakhtar) ma «killer» di Milan e Udinese in Uefa, non avrà il fantasista-goleador brasiliano Diego che a luglio vestirà la maglia della Juve. Fuori anche Hugo Almeida e per infortunio il difensore Mertesacker. Sulla panchina dei «minatori», la vecchia volpe Mircea Lucescu; in campo il temibile quartetto brasiliano d’attacco: Fernandinho, Ilsinho, Jadson e Adriano. Lo Shakhtar sarebbe il primo club ucraino, dal crollo del blocco sovietico, a vincere un titolo europeo. Intanto il Tas ha deciso che Matuzalem, ora alla Lazio, dovrà risarcire allo Shakhtar quasi 12 milioni di euro per l’unilaterale rescissione del contratto nel 2007.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti