Voli, fallita Sky Europe: 130 italiani restano a terra

Chiude i battenti la compagnia aerea low cost slovacca: cancellati tutti i voli. Bloccati migliaia di passeggeri in diversi aeroporti. Fermi a Bratislava 130 italiani assistiti dai funzionari dell'ambasciata

Voli, fallita Sky Europe: 
130 italiani restano a terra

Bratislava - Sky Europe non volerà più. Era una delle compagnie europee più promettenti ma la crisi economica le ha tarpato le ali. La compagnia aerea slovacca low cost SkyEurope, in procedura fallimentare, ha messo fine ieri sera al suo traffico e, di conseguenza, ha annullato tutti i suoi voli, in partenza essenzialmente da Bratislava, Praga e Parigi. In un comunicato, SkyEurope ha dichiarato che, di colpo, diverse migliaia di passeggeri sono bloccati in diversi aeroporti europei.

Bloccati a Bratislava 130 italiani A Bratislava, la capitale slovacca, 130 italiani sono rimasti bloccati in aeroporto, assistiti da funzionari dell’ambasciata d’Italia. SkyEurope ha annullato ieri i suoi voli in partenza dagli aeroporti di Bratislava e di Praga. Dal 15 agosto, i suoi voli in partenza da Vienna erano stati spostati a Bratislava, a 50 chilometi, dove i passeggeri erano trasferiti in pullman. Fondata nel 2001 da investitori principalmente austriaci, SkyEurope ha depositato il bilancio in tribunale nel giugno scorso a causa di gravi difficoltà finanziarie.

Travolta dalla crisi Nel 2008, SkyEurope ha trasportato 3,76 milioni di passeggeri e realizzato una cifra d’affari di 260,9 milioni di euro, ma con una perdita netta di circa 60 milioni di euro. Nel primo semestre 2009, il numero dei passeggeri trasportati è precipitato a 1,25 milioni. Negli ultimi mesi, SkyEurope ha di conseguenza ridotto le sue capacità di trasporto da 14 a sette aerei.