Week end di incidenti in montagna: due vittime

Ritrovati sul letto di un torrente i due ragazzini dispersi da ieri sera nei boschi del lecchese. Il più grande, 15 anni, è morto per traumi riportati in una caduta lungo un canalone. Tragedia anche sulle Orobie dove un escursionista di 78 anni è stato ritrovato morto

Week end di incidenti in montagna: due vittime

Lecco - Sono stati ritrovati sul letto di un torrente intorno alla mezzanotte i due ragazzini dispersi da ieri sera nei boschi del lecchese. Il più grande, di 15 anni, è morto, con ogni probabilità in seguito ai traumi riportati in una caduta lungo un canalone. L’altro, di 13 anni, è stato portato all’ospedale di Lecco in gravissime condizioni. I due erano usciti a cercare funghi nella zona di Parlasco. Secondo una prima ricostruzione, ancora da verificare, fornita dai carabinieri che hanno partecipato alle ricerche, i ragazzi sono probabilmente scivolati mentre passavano in un punto molto scosceso, precipitando in un canalone.

Recuperare il cadavere L’area è talmente impervia che il corpo del ragazzo morto non è stato ancora recuperato. Le operazioni sono state interrotte intorno alle 4 del mattino, anche a causa del forte temporale che si è abbattuto sulla zona, e sono riprese soltanto qualche ora dopo. Il punto dove sono stati ritrovati si trova a circa 250 metri al di sotto della strada.

La scomparsa dei due ragazzini I ragazzini mancavano da casa dalla mattina, e l’allarme dei familiari è scattato intorno alle 19.30 quando non sono rientrati per cena a Taceno (in provincia di Lecco). Già nella tarda serata di ieri il ritrovamento dei motorini dei giovani, parcheggiati a pochi passi da un sentierino che porta verso il fiume, aveva fatto temere il peggio. Alle ricerche e alle operazioni di recupero hanno partecipato per tutta la notte una cinquantina tra volontari della Protezione civile, soccorritori del Soccorso alpino, Carabineri e amici. 

Commenti