La folle proposta di legge: morire e farsi trasformare in concime per le piante

Lo stato federale di Washington starebbe varando un disegno di legge che permette al defunto, via testamento, di diventare humus per il verde

Un tempo c'era l’ibernazione, come ultima frontiera dopo la vita e la morte. Oggi, invece, è arrivata la trasformazione del cadavere in concime per fiori e piante.

Già, proprio così: lo stato federale di Washington, Stati Uniti, starebbe per varare un disegno di legge che permetterebbe al defunto, via testamento, di diventare humus per il verde. Insomma, chi in vita ha avuto la passione per il giardinaggio e la natura, mostrando il cosiddetto "pollice verde" in aiuto e in favore dell'ambiente, può così continuare a rendersi utile al verde anche dopo la morte, facendo di quel "pollice verde" una missione, diciamo, immortale.

Cremazione e ibernazione addio, o quasi. Il provvedimento, non ancora approvato, come riportate da Libero, sembrerebbe godere di un'ottima considerazione da parte dell'opinione pubblica locale e nazionale: nello stato di Washington, infatti, pare esserci molte persone che puntano a diventare un tutt'uno con la vegetazione.

Ah, il costo della metamorfosi da cadavere a concime? Circa 5mila dollari, praticamente lo stesso prezzo di una normale sepoltura.

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 06/05/2019 - 11:11

Mah... di folle c'è solo il fatto che per ridursi a concime per le piante toccherà spendere 5mila dollari. Preferisco l'idea di essere cremato e ridotto in cenere; anche quella rende fertile il terreno.

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 06/05/2019 - 11:30

mica tanto folle ... è un'idea dei cinquestelle.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 06/05/2019 - 13:24

"WASHINGTON: La folle proposta di legge: morire e farsi trasformare in concime per le piante"

Ritratto di bimbo

bimbo

Lun, 06/05/2019 - 17:27

Condivido la follia, anzi metterei a carico del defunto il costo del funerale, se lo vuole e se ha i soldi. Se no i parenti dopo litigano di voler pagare il costo alle pompe funebri.

caren

Lun, 06/05/2019 - 19:43

La cosa buffa potrebbe consistere nel fatto che poi qualcuno, si metta a parlare del più e del meno con un oleandro o una siepe.

Luigi Farinelli

Lun, 06/05/2019 - 20:29

Se si pensa che in certe nazioni "civilissime" stanno approvando "nuovi diritti" per chi, in vita, vuole sposare la Madre Terra (o Gaia come la vogliate chiamare) e si "unisce" ad essa facendo sesso in un buco aperto nel terreno, perchè meravigliarsi di questa "suprema donazione di se stessi all'amata"! Se pensate che stia scherzando, considerate che ci sono anche richieste per sposare se stessi: la nuova frontiera del progressismo laicista che pervade la società occidentale sempre più "liquida". E sempre più demenziale (ma politicamente corretta).

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 06/05/2019 - 20:36

va be che gli atomi del Pianeta.. poi alla fine sono sempre gli stessi. un miscuglio di elementi chimici raccolti nella tavola periodica.. generati forse da particelle di supernove.- torneremo comunque a vagare nello Spazio. ad essere ciò che eravamo.

Dordolio

Lun, 06/05/2019 - 20:53

Mah... io non sono un sostenitore della cremazione. Ma anche dei miei parenti hanno optato per questa "soluzione". E hanno dato disposizione ai figli che le loro ceneri venissero SPARSE nel giardino della loro villetta a cui tenevano tanto. Io ero del tutto contrario, ma la mia opinione valeva poco in quel contesto... C'è tanta differenza con quello di cui si sta parlando qui? Ah, l'assurdo sta poi nel fatto che - in seguito - per dissapori tra gli eredi la casa E'STATA VENDUTA. Quindi anche una visione di "legame alla terra" (o forse il termine giusto sarebbe "Heritage") è andato del tutto perduto. Ripeto... Mah....

obiettore

Lun, 06/05/2019 - 22:29

Il camposanto di Trieste venne costruito in una zona dedita all'agricoltura orticola. Quando uno se ne va, si dice " el xe anda' a sburtar radicio", cioè, è andato a spingere il radicchio..

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 07/05/2019 - 02:50

Non c'e' niente di folle o bislacco, se ben ci riflettete: una sepoltura tradizionale in terra, senza tante "casse di zinco" realizza proprio questo... Inoltre, la saggezza dei vecchi, in veneto, recita: "prima o dopo deventemo tuti tera da piteri", che tradotto significa : prima o dopo diventiamo tutti terra per vasi da fiori... Le varie novita' dellle "cremazioni", "loculi" etc, sono solo derivate dalla indisponibilita' di abbastanza suolo dove inumare BARE che mantenevano il cadavere piu' o meno intatto per troppo tempo. Del resto, mentre una volta c'era il "culto dei morti", oggi si preferisce sbrigarsene molto in fretta...

Popi46

Mar, 07/05/2019 - 06:48

L’ineluttabilità della morte è un grosso macigno sulla nostra testa dato che in questa valle di lacrime in genere ci si piange proprio bene, non so quale sia il procedimento per trasformare le mie ossa in concime, ma comunque l’idea di giacere dentro una bara non m è mai piaciuta,ergo ben venga diventare concime