Ora il matrimonio si celebra alla finestra: succede a New York

In un periodo di allontanamento sociale, A New York si è celebrato un matrimonio in finestra. La coppia, che avrebbe dovuto sposarsi a ottobre, ha chiesto di anticipare la data

Chi crede fortemente nell'istituzione del matrimonio sa che si tratta di un appuntamento importamente e irrinunciabile della propria vita. Talmente irrinunciabile da non poter essere procrastinato e lo sa bene una giovane coppia di New York che, nonostante le rigide regole imposte per contrastare il propagarsi del coronavirus, ha chiesto addirittura di poter anticipare la data del loro sposalizio, precedentemente fissata per il mese di ottobre. La paura della giovane coppia è che questa crisi potesse peggiorare e ostacolare la loro unione, considerato anche che l'ufficio predisposto per le licenze matrimoniali è stato chiuso a tempo indeterminato.

Ma l'aspetto che più ha sorpreso è stato il luogo da cui è stato celebrato il matrimonio di Reilly Jennings e Amanda Wheeler. Infatti, il fatidico "sì, lo voglio" è stato pronunciato per strada e l'ufficiale incaricato di celebrare l'evento - Matt Wilson amico della coppia - lo ha fatto dalla finestra del suo appartamento situato al quarto piano di un palazzo nel quartiere di Washington Heights a Manhattan. Dunque, Wilson ha officiato la cerimonia sporgendosi fuori dalla finestra rivolgendosi agli sposi che si trovavano sul marciapiede mentre i passanti e gli abitanti dei palazzi vicini, tutti stupiti, si sono fermati per assistere all'inusuale scena.

Jennings ha raccontato alla CNN come si sono svolti i fatti: "Dopo un cupo pomeriggio - ha detto - uno dei nostri amici ci ha mandato un messaggio in una chat di gruppo, facendoci sapere che era stato ordinato dall'impiegato della contea di New York e poteva farlo. Abbiamo scritto: 'Vuoi sposarci fuori dalla tua finestra nelle prossime 24 ore?' e disse "SÌ!". A ciò ho risposto: "Che ne dici di 90 minuti?" Entrambi finimmo gli incontri di lavoro, ci vestimmo, raccogliemmo dei fiori e ci dirigemmo al suo appartamento dietro l'angolo". Jennings, poi, ha definito il matrimonio come il momento più newyorkese di sempre.

Una storia d'amore che è iniziata quattro anni fa, come raccontato da Jennings, anche se il loro incontro risale al 2013 in una palestra di New York dove Amanda era istruttrice, mentre lei, invece, lavorava alla reception. Ora, dopo l'inusuale matrimonio, per la coppia si prospetta una luna di miele a casa nel rispetto della quarantena. Dunque, una storia che ci fa capire quanto conti l'amore e quanto possa essere forte questo sentimento, a dispetto del virus e delle costrizioni che giustamente in questo periodo critico sono imposte per evitare gli assembramenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.