Correlati

La Giordania intensifica ​la guerra contro l'Isis

Dopo l'uccisione del pilota giordano, arso vivo in una gabbia dai miliziani dell'Isis, la Giordania è passata al contrattacco; l'obiettivo è la conquista della città di Mossul (Iraq), capitale del Califfato. Negli ultimi tre giorni, con un'operazione chiamata Martire Moaz (in ricordo del collega ucciso) sono stati bombardati avamposti, difese militari, deposi di cibo ed armi in Irak e Siria; su ogni bomba viene scritto un messaggio da recapitare ai terroristi

Ultimi video