La condanna di Savona alla Germania: "Il piano tedesco è quello dei nazisti"

Nel 2012 Savona pubblicava un libro sull'egemonia tedesca in Europa: "Se non volete che finisca ancora una volta male, non resta che ridiscutere i patti Ue"

"Ci ritroviamo con l'irreversibilità dell'euro - ovviamente di questo euro e non di quello che avremmo desiderato che fosse - nelle forme che impediscono il realizzarsi delle speranze che ne avevano suggerito la nascita: uno strumento per la crescita e la diffusione della pace e del benessere per tutti". È il Tempo a tirare fuori un estratto del libro Lettera agli amici tedeschi e italiani pubblicato da Paolo Savona nel 2012. Già allora l'economista, che Matteo Salvini vorrebbe portare al ministero dell'Economia e che Sergio Mattarella vorrebbe fuori dalla squadra di governo, intravedeva "la competizione conflittuale" tra la Germania e l'Italia.

Il muro contro muro tra Salvini e Mattarella rischia seriamente di travolgere gli accordi di maggioranza con il Movimento 5 Stelle, trascinando con sé non solo il famoso "contratto", ma tutto il governo. A pesare sulla decisione del Colle sono le posizioni euroscettiche di Savona. Posizioni che trapelano molto chiaramente negli ampi stralci pubblicati oggi dal Tempo. Già nel 2012 l'economista, che aveva seguito l'allora premier Carlo Azeglio Ciampi nell'ingresso dell'Italia nell'Unione europea, aveva già visto le influenze negative di Berlino e aveva denunciato "il riproporsi, per fortuna in forme non militari, ma più subdole, della competizione conflittuale che ha causato le drammatiche vicende della guerra e aveva imposto una forte volontà di pace e guidato, sia pure tra sussulti, il processo di unificazione europea". Parlando ai tedeschi, nel suo libro, Savona aveva sollevato il sospetto che stia "scivolando nuovamente sul piano economico nella direzione proposta dal Piano Funk (dal nome dell allora ministro delle Finanze tedesco, ndr) del 1936. La politica economica che voi suggerite getta le basi per una disgregazione del sogno europeo di pace e di un comune progresso civile".

Con l'euro, secondo Savona, la Germania ha obbligato le monete nazionali a confluire "nell'area del marco". Non solo. Facendo leva sulla moneta unica e sul mercato comune è riuscita ad appropriarsi dello sviluppo industriale, lasciando spazio solo all'alleato "storico", la Francia. A tutti gli altri Paesi europei avrebbe, invece, lasciato l'agricoltura e i servizi turistici. "Sono dalla parte di chi è convinto che la leadership di qualcuno o di qualche paese sia indispensabile non solo per la stabilità geopolitica, ma anche per il sano principio meritocratico che, per il bene di tutti, deve vincere il migliore - chiosava, quindi, Savona - ma la leadership, soprattutto se praticata a livello sovranazionale comporta dei doveri in materia di sicurezza e di benessere, che (ad esempio) gli Stati Uniti hanno assolto egregiamente nel Dopoguerra".

Secondo Savona, in Europa non avrebbe potuto fare quanto avviato in passato dagli Stati Uniti. "L'organismo biogiuridico dell'euro e quello delle politiche fiscali europee presentano un tipo di funzionamento che rivitalizza la sostanza del Piano Funk", scriveva l'economista che, pur ribadendo la necessità di un'Europa unita e accettando il ruolo della Germania come "il Paese che pone ordine in Europa", chiedeva "un contenuto diverso". A partire, appunto, dalla moneta unica. "In assenza di sufficienti politiche compensative degli shock asimmetrici e di una vera libera circolazione degli input e degli output - spiegava - il cambio dell' euro resterebbe per voi sottovalutato e per altri sopravvalutato e tenderebbe a inglobare nella vostra economia i flussi di capitali internazionali e la crescita industriale". Una deriva che verrebbe accelerata dalle politiche fiscali europee. "Se non volete - concludeva Savona - che finisca ancora una volta male nelle relazioni tra i nostri popoli, non resta che ridiscutere seriamente quali debbano essere le correzioni da apportare ai patti che reggono l'Unione europea".

Commenti
Ritratto di maurofe

maurofe

Dom, 27/05/2018 - 12:36

Il tasso di cambio Lira-Marco prima dell'avvento dell'euro era di 1 a 989 lire .... con l'avvento dell'euro 1 marco = 1 euro .... mentre per l'Italia 1 euro =1936,27 lire .... quindi il doppio del tasso di cambio originario .... quest'opera d'arte è stata permessa da Prodi Amato e Ciampi .... degni compari di sinistra .... ci hanno svenduto e messo in ginocchio, creando una situazione che non ci permetterà mai più di rialzarci !!! Poi i ns cronici problemi tipicamente italiani rimangono e non c'entrano nulla con il discorso fatto .... e nessuno si sogno ne di dimenticarli ne di trovarvi una scusante .... ma la tanta amata europa ci lusinga e ci fotte .... i dati parlano chiaro!!

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Dom, 27/05/2018 - 12:38

Il pensiero di Savona è condivisibile dall'80% degli italiani. Vorrei ricordare che sul sito del governo è scritto che il Presidente della Repubblica non può interferire nelle decisioni del premier incaricato. Mi aspetto che Mattarella si adegui.

Gio_Ice_the_original

Dom, 27/05/2018 - 12:40

Ecco, appunto. L'organizzazione teutonica viene fatta a sistema per prevalere sugli altri. Tuttavia, quando sbagliano, lo fanno con convinzione e fino in fondo, vedere VW. Quindi, se Europa deve essere, deve distillare il meglio di tenacia, inventiva e organizzazione. Non di sola miope organizzazione.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 27/05/2018 - 12:41

a a cosa serve il discutibile titolo dell'articolo? forse a spaventare gli italiani creduloni sulle facoltà mentali di Savona. Savona dice la verità: occorre de-struttura questo baraccone amministrativo e burocratico che è l'Unione Europea attuale e rivedere le politiche finanziarie assassine nei confronti dei paesi più deboli. In realtà, a parte il debito pubblico, noi siamo un paese forte, cosa che Macron ha già capito.

Ritratto di pravda99

Anonimo (non verificato)

andrea70ge

Dom, 27/05/2018 - 12:41

Fuori dall'euro stipendi pensioni e conti sarebbero trasformati in lire cambio 1 a 1.Lo stesso Savona ammette che ci sarebbe immediatamente svalutazione del 40%.In soldoni semplici se il sign Rossi ha 10.000 euro in banca avrebbe in cambio 10.000 nuove lire che varrebbero il 40% in meno in termini di potere di acquisto.IN PRATICA DEI 10.000 EURO RESTEREBBERO SUL CONTO 6.000 EURO.Ma occhio la svalutazione continuerebbe negli anni sucessivi in quanto a seguito della ridenominazione del debito le agenzie di rating darebbero la nota D=DEFAULT ITALIA e quindi dovendo restare fuori dai mercati per almeno 7 anni lo stato dovrebbe stampare come il Venezuela portando l’inflazione a livelli lunari livelli tali che anche stipendi e pensioni indicizzate all'inflazione non riuscirebbero a stargli dietro .

andrea70ge

Dom, 27/05/2018 - 12:41

Anche titoli di stato,polizze vita,fondi pensione,obbligazioni di diritto italiano,fondi italiani denominati in euro sarebbero trasformati in lire svalutate che equivalerebbe alla sostanziale perdita dei risparmi degli italiani.

andrea70ge

Dom, 27/05/2018 - 12:42

Per finire i mutui.Se nel contratto il foro competente per le controversie si trova all’estero il debitore italiano dovra’ continuare a pagare le rate del mutuo in euro pur percependo delle entrate in una valuta più debole (gli stipendi sono infatti pagati in lire). Insomma, al danno si aggiungerebbe anche la beffa.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 27/05/2018 - 12:42

Tanto a Gennaio giusto per rimanere in tema scatterebbe l’ aumento dell’ IVA al 24.2% che frenerebbe consumi e creerebbe deflazione, decisa anche questa tassa da Bruxelles perché non ha FIDUCIA e PAZIENZA CIRCA LE RASSICURAZIONI DEL NOSTRO DEBITO venendo a creare più povertà e più debito e venendo a costare a famiglia in media circa 250 EURO. Sarebbe lo stesso metodo adottato per far annegare meglio un naufrago invece che salvarlo. Auguri! Secondo voi QUESTA SAREBBE LA COSIDETTA EUROPA UNITA? QUESTA è MAFIA. Il Presidente mostri coraggio nel cambiamento.

andrea70ge

Dom, 27/05/2018 - 12:43

Se credete a Salvini e Di Maio allora dovete anche credere a Pinocchio.Loro non vogliono cambiare l’Europa ma uscire dall’euro. Salvini e Di Maio sono pagati dalla Russia per fare gli interessi russi non dell'italia

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 27/05/2018 - 12:44

mi sembra puro buon senso, cosa di cui i Tedeschi hanno sempre difettato

flip

Dom, 27/05/2018 - 12:47

ma prodi e ciampi si erano messi ad angolo "acuto" davanti ai tedeschi e ne abbiamo subito tutte le conseguenze, ed ancora non è finita. attualmente anche "altri" si mettono ad angolo "acuto"

Ritratto di Rik1954

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 27/05/2018 - 12:49

A me non sembra che Savona sia euroscettico. E' soltanto, giustamente, contro un'Europa a guida tedesca. I tedeschi non sono nazisti nel senso di hitleriani ma non c'è ombra di dubbio che sono "nazionalisti" nel senso che la Germania la considerano superiore a tutte le altre nazioni non solo europee ma di tutto il mondo: è una malattia connaturata nel popolo anche se singole persone ne sono esenti.

Gigasetter

Dom, 27/05/2018 - 12:52

Incarico subito a Savona, che ha perfettamente ragione, siamo chiuso dall'egemonia tedesca che vuole crescere a nostro discapito, non hanno capito il senso dell'onestà, peggio di noi italiani, per giunta la corruzione e peggio che da noi, al solito si buttano avanti per non cadere indietro, in quanto a Mattarella, gli si ricorda che siamo in una repubblica parlamentare, e non presidenziale, lui vuole fare gli interessi degli "Altri", ci fa passare per i soliti venduti,lui non ha diritto legale come presidente di mettere veti del genere, deve accettare cioò che il popolo ha deciso, poi gli si ricorda ancora che effettivamente non è il "Presidente", legale dell`Ìtalia, ma messo li da un governo che non ha votato mai nessuno, quindi che facesse almeno il suo lavoro a favore degli italiani, se non gli conviene aria, che girasse i tacchi e non mettesse i bastoni fra le ruote a chi vuole e cerca di fare gli interessi italiani.....

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 27/05/2018 - 12:53

Anche l'evidenza viene piegata al politicamente corretto, è chiaro come il giorno che la riunificazione della Germania ha ricreato quel mostro che Stalin ed Hitler avevano tentato di fabbricare prima della WW2, questa volta manca la svastica, ma il desiderio di egemonia resta tutto.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Dom, 27/05/2018 - 13:01

Molti nodi stanno venendo, via via, al pettine (tra cui 2000 migranti in arrivo). Questo è il "Berlusconi" che il popolo (e sottolineo POPOLO) aspettava da tempo!!

nopolcorrect

Dom, 27/05/2018 - 13:01

Giusto tranne che l'euro venne chiesto, stupidamente, da Mitterrand per permettere la riunificazione tedesca. Le preoccupazioni e le analisi di Savona sono comunque molto simili a quelle di Tremonti a suo tempo quando chiedeva l'istituzione degli Eurobonds. Anche lui, se ricordo bene, ammoniva la Germania che senza Eurobonds sarebbe finita male.

Pigi

Dom, 27/05/2018 - 13:01

Non c'è niente nella lettera che giustifichi il titolo dell'articolo: non c'è un solo punto dove si parli di nazismo. La lettera del 2012 è addirittura ovvia ed è incredibile che di fronte all'ovvio, ci siano sempre quelli che preferiscono chiudere gli occhi; sperano in un miracolo? Draghi, pur osteggiato dai tedeschi (che strano) è riuscito a rinviare il problema, ma se la Bce torna ai tedeschi dobbiamo uscire dall'euro, prima di finire spolpati come i greci.

andrea70ge

Dom, 27/05/2018 - 13:01

Salvini e Di Maio fanno gli interessi della Russia e della Casaleggio associati.Sono pagati da loro per fare questo .E non per fare gli interessi del risparmio degli stipendi e delle pensioni degli italiani

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 27/05/2018 - 13:05

E' VERO,DICE LA VERITA'.Ce ne siamo accorti da subito e non solo noi.Qundo ho scritto bisogna ricostruire il muro e chiuderli dentro dicevo sul serio.

nopolcorrect

Dom, 27/05/2018 - 13:06

Non credo sia un piano, anche se è come se lo fosse. Il fatto è che una Germania potentissima tende naturalmente a fare la parte del Re Leone. Il problema dell'euro è che abbiamo una moneta comune in una Unione che non è gli Stati Uniti d'Europa.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 13:16

come dissi io ieri questo ebreo è rimasto a 75 anni indietro.Ora capite perchè ce l'ha con la Germania invece di collaborare, se vuole continuiamo noi a essere razzisti....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 13:17

voglio vedere la reazione della Germania con questo disfattista.

Luigi Farinelli

Dom, 27/05/2018 - 13:21

Assurdo: le parole del titolo vogliono buttare benzina sul fuoco per sminuire il personaggio Savona, appoggiando la campagna anti italiana scatenata dai media d'oltralpe per aumentare l'allarme! Il punto più basso toccato da questo giornale in questi giorni confusi. Ma cosa vuole dimostrare Berlusconi? Di essere capace, se interviene lui, di fare gli interessi degli Italiani, continuando, assieme a Tajani, la deleteria, umiliante politica del bacia-pantofole? Se continua così FI scompare dall'orizzonte. Infatti è scomparso intanto ogni riferimento ai sondaggi d'opinione sulla tendenza di voto.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Dom, 27/05/2018 - 13:21

Se non l'avete ancora capito, siamo in guerra. Non si usano armi perché i vigliacchi non sanno mostrare la faccia, ma togliere sovranità all'Italia, spartirsi la sua forza economica, come lo avreste definito ? Ve l'avevamo detto: i nazisti non hanno affatto perso la guerra, il loro piano e le loro idee massoniche sono vivi e vegeti. Vi hanno raccontato che erano di destra perché nemici delle libertà, antisemiti...Ora forse cominciate a capire l'inganno e a chi risponde il PD, Mattarella e tutti i servi traditori del popolo italiano.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 27/05/2018 - 13:27

Questo pensiero di Savona è terribilmente eversivo dello spirito europeo moderato che deve caratterizzare la natura degli Stati Membri Componenti l'Unione. --- Paolo Savona è soggetto pericolosissimo quale intelligenza libera di sabotare la natura dei fondamenti costitutivi dell'EUROPA. - A prescindere da questa querelle sul tappeto, Costui deve essere tenuto alla larga dai 'megafoni'. -13,27 - 27.5.2018

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 27/05/2018 - 13:32

Lo "shock asimmetrico" Savona lo ha subito alla scatola cranica. Avete capito ora perche' e` impresentabile? Forse Savona nel suo studio del nazional socialismo si e` fermato al '36 e al Piano Funk, e non ha letto come e` andata a finire.

MAUMOR

Dom, 27/05/2018 - 13:36

Tieni duro Matteo, chè alle prossime elezioni sarai tu il presidente del consiglio!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 27/05/2018 - 13:39

Ritengo che gli italiani, più vengono a scoprire chi è e cosa pensa Savona e più se ne innamorano. Impossibile che Salvini faccia anche solo un millimetro indietro. Se lo dovesse fare ne uscirebbe distrutto lui e gli italiani tutti. Poi i conti con il Mattarella li sistemiamo presto, anzi subito dopo il governo.

rokko

Dom, 27/05/2018 - 13:39

maurofe, a parte che i tedeschi entrarono nell'euro con una parità di circa di due marchi per un euro, non con un marco per euro come dice erroneamente lei, quindi i conti TORNANO, voglio segnalare la contraddizione di chi pontifica che il tasso di cambio ci ha resi meno competitivi di altri (quindi ci voleva il cambio che so, a 3000, 4000), e contemporaneamente dice che il tasso doveva essere a 1000, cioè una contraddizione nei termini della loro profonda ignoranza ed incapacità critica.

Carlopi

Dom, 27/05/2018 - 13:41

Savona dice quello che tutti sanno e nessuno, tra i politici italiani, ha mai avuto il coraggio di esporre e codardamente si inchina ai diktat tedeschi. Benvenga un Savona che rompa i piatti nei consessi dei poteri forti.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Dom, 27/05/2018 - 13:41

@maurofe: Se il cambio lira/euro fosse stato fissato a 989 i nostro debito pubblico oggi sarebbe 5.000 miliardi anziché 2.500

PaoloPan

Dom, 27/05/2018 - 13:41

Mattarella, poverino, deve obbedire alla Merkel e agli euro-finanzieri di Bruxelles... è ora di liberare l’Italia da questa euro-schiavitù... tieni duro Salvini!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 27/05/2018 - 13:41

Rame non ti sforzare troppo: Silvio se va al voto, ora è sotto il 10% e più in là quanto perderà ancora se continuerà con questa solfa dei "responsabili" che in tempi come questi non avranno mai buon gioco? L'inchino alla Merkel non paga.. In un eventuale accordo con Lega, Fdi e altre "minutaglie", se il cdx dovesse vincere e avere più del 40% starà sotto la cappella della Lega e se non vorrà starci la Lega se ne andrà con M5s con un programma molto simile a quello odierno. Compreso Savona (che non è anti Ue ma giustamente anti tedesco. Che sono quelli che, nervosetti e senza argomenti, tramite i loro media ci spernacchiano). Chiaru stu fattu? Un saluto cordiale ad Alessandro..

rokko

Dom, 27/05/2018 - 13:43

Noi prima dell'Europa e dei tedeschi, che sono entrambi ininfluenti, dovremmo preoccuparci soprattutto di fare in modo che i mercati finanzino il nostro deficit a tassi ragionevoli, cosa che Salvini e Di Maio NON stanno facendo, permettendo che i mercati stessi abbiano il dubbio se noi pagheremo o meno i titoli di stato. Questo problema noi ce l'abbiamo a prescindere da euro, Germania, Europa, ecc, capito Salvini?

VittorioMar

Dom, 27/05/2018 - 13:46

..E QUALCUNO VUOLE PROVARE A DARGLI TORTO ??

salvatore40

Dom, 27/05/2018 - 13:49

Si parla di euroscetticismo, come se lo scetticismo fosse una corrente negativa da bandire. Lo scetticismo è il contrario della Fede. Non esiste, per esempio, un musulmano scettico o peggio ateo. Io sono euroscettico significa che per me Ue e euro non sono verità di fede. Se così fosse, le opere di Savona andrebbero bruciate nel rogo dei libri proibiti. Voltaire, scettico di razza, fu scomunicato e minacciato con il fuoco purificatore...

frapito

Dom, 27/05/2018 - 13:50

Non mi aspettavo proprio che Mattarella si scordasse di essere PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA e si comportasse come un semplice portavoce del consiglio europeo gestito dai tedeschi. Mentre in Germania cova un nuovo nazionalismo, in Italia abbiamo un paio di deficienti che censurano gli accendini del Duce. Povera Italia!!!!

disturbatore

Dom, 27/05/2018 - 13:51

l´analisi di Savona sull´Europa NON E´ERRATA. Sono i nazionalismi a farla da padrona , Come ci si´e´arrivati ? Ci si e´arrivati in breve tempo dopo l´introduzione dell´´ Euro , moneta che ha accelerato esponenzialmente l´accentramento del reddito verso il Centro Europa . Lo scrissi gia´quando ci´fu´la crisi finanziaria del 2008. Prima dell´Euro , le monete si fermavano alle frontiere , un po´come i treni che vanno in Russia . Per procedere oltre devono fare qualche operazione che costa qualcosa , quel costo va nelle tasche dei Paesi di destinazione. Dopo l´Euro , i Paesi di destinazione non ricevono piu´nulla perche´tutta la regia e´in mano alla sede centrale che gestisce la moneta unica. E´chiaro che man mano che passano gli anni il centro si rafforza ed arricchisce mentre la periferia perde.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 13:52

flip allora cosa date la colpa alla Merkel dite il mea culpa.

Una-mattina-mi-...

Dom, 27/05/2018 - 13:53

PAROLE CHIARE E FORTI, CHE TUTTI CAPISCONO, E CHE LA MAGGIORANZA, NONOSTANYE LA PROPAGANDA DEI TERRORISTI-RICATTATORI, AL 100% CONDIVIDE

Nick2

Dom, 27/05/2018 - 13:55

Maurofe, 1 marco = 1 euro? Un euro= 1,95583 narchi! In questa sede ho spiegato più volte in che modo, quando siamo rientrati nello SME, è stato fissato il cambio lira/marco a 990 (Confindustria lo voleva addirittura a 1030) e di conseguenza lira /euro a 1936,27. Ma voi non capite, siete solo in grado di ripetere gli slogan del becero populista. Tu, in particolar modo sei completamente disinformato (peggio di un bambino delle elementari), hai in testa una colossale confusione e pretendi di spiegare come sono andate le cose? Non ti vergogni?

peter46

Dom, 27/05/2018 - 13:57

Andrea70ge...alias AndreaRossiPrimo...tu sei il 'dispensatore' di fake del 'renzusconismo' forse?Passi 'indistintamente' da un 'canale' all'altro con la 'velina' già pronta?Dovrebbero sceglierseli un pò meglio gli 'sherpa'.Figurati che anche buona parte delle "guardie bianche del berlusconismo",fra i commentatori certo,in tema eur...'tasca' sono 'incorruttibili' lo stesso.Soldi sprecati x il 'mandante'...è ormai 'irreversibile' la sua fine. NB:Altro arrivo di un semplice 'incrociatore',e che financo approdi a Finale Ligure invece che a Savona,dopo le già due corazzate in tema,ed il 65% del salvy-dimejo o dimejo-salvy è a portata di mano.Continuate,continuate...

Algenor

Dom, 27/05/2018 - 13:57

Andrea70ge, non hai capito che l'uscita dall'Euro sarebbe un piano B da utilizzare come arma per rinegoziare i vincoli della UE e che comunque sarebbe un atto adottato solo a seguito di un lavoro preparatorio, ovvero Flat Tax, Minibot, sburocratizzazione per far ripartire l'economia italiana e rassicurare i mercati sulla soliditá di un eventuale neo-lira: Savona inoltre propone anche di riportare la Banca d'Italia sotto il Ministero del Tesoro cosí che compri sempre tutti i titoli di stato rimasti invenduti e propone anche una neo-IRI per sostenere le aziende in difficoltá. Cosa c'entrano infine i russi con l'uscita dall'Euro dell'Italia? I russi hanno proposto a la UE di vendergli gas e petrolio direttamente in Euro!!!

alfredo-pa

Dom, 27/05/2018 - 13:59

andrea70ge - Non entro nel merito delle questioni di economia e finanza (in giro sembra che siano diventati tutti degli economisti) ma mi piacerebbe sapere come è venuto a conoscenza del fatto che i russi paghino Di Maio e Salvini per fare i loro interessi. Avrà, evidentemente, informazioni molto riservate.

Ermanno1

Dom, 27/05/2018 - 14:00

SONO D'ACCORDO CON SAVONA! I TEDESCHI CON L'UE HANNO MESSO IN ATRO IL QUARTO REICH!! SAVONA ALL'ECONOMIA E QUELLO DI CUI HA BISOGNO L'ITALIA!! R ORA DI RIVEDERE TUTTI I TRATTATI EUROPEI CHE LEDONO ALLA SOVRANITÀ DELL'ITALIA! BASTA EURO BASTA UE!!

Totonno58

Dom, 27/05/2018 - 14:04

Questo secondo me ha sbroccato (e ad 83 anni ne avrebbe anche il diritto...)..il problema è che Salvini ne sta facendo un capriccio personale...

daniel66

Dom, 27/05/2018 - 14:04

Attenti, perchè questa potrebbe essere l'ultima possibilità di riportare le cose alla normalità. Non lasciamocela sfuggire. Se è il caso, anzi, iniziamo a protestare nelle piazze. 30 anni fa la Lega ci tolse di mezzo i DC. Ora la posta è ancora più grave. Stupendo il commento di MAUROFE.

freddy74

Dom, 27/05/2018 - 14:06

Linea editoriale camaleontica, come sempre. Adesso Savona è strumentale per affossare il nascente governo, quindi repentino dietro front e avanti tutta con la rappresentazione dell'economista quanto più possibile estremizzata.(non sia mai che Matarella cambi idea). L'obbiettivo però, rimane sempre lo stesso: il governo targato berlusconi.

Nick2

Dom, 27/05/2018 - 14:07

Attenzione, il tentativo di disgregazione dell'UE ad opera di Cina e Russia mediante l'appoggio a partiti populisti e nazionalisti è l'inizio della Terza Guerra Mondiale. Il campo di battaglia sarà in un primo momento la finanza e il digitale, ma alla fine, le guerre si vincono o si perdono con le armi... P.S. NON STO SCHERZANDO!

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Dom, 27/05/2018 - 14:15

@ Maggiulli: è tutta la mattina che si sta rimpizzando di sfogliatine al tal punto da farneticare.

disturbatore

Dom, 27/05/2018 - 14:20

Con l´Euro il Centro Europa ha aspirato sempre piu´interesse e liquidita´, e non solo. Quei Paesi di periferia che erano sovrani fino all´Euro , dopo l´Euro hanno dovuto assistere all´abbandono non solo di( liquidita´, ma con essa sono andati via anche cervelli e braccia. Non e´raro oggi vedere come Laureati italiani vadano a fare lavori semplici in Germania o GB .Una ricchezza per i Paesi centrali , una perdita per i Paesi divenuti periferia. E´chiaro che i Paesi Centrali abbiano qualcosa contro Savona . Gli vuole togliere il cioccolatino di bocca !!Se si vuole fare l´Unione bisogna quindi operare sulla leva della REDISTRIBUZIONE della ricchezza . Come ? Il reddito di cittadinanza e´una soluzione e basta con questo spread. Un UNione monetaria deve avere tassi uguali .

disturbatore

Dom, 27/05/2018 - 14:39

x Ermanno 1.I tedeschi non sono dei Marziani,hanno fatto cio´che le opportunita´hanno offerto loro.Se la Germania si trova al centro di un libero mercato che di colpo si ingrandisce che deve fare? Stare con le mani in mano e magari rinuciare ai pedaggi autostradali? Qui e´mancato un segnale forte della UE ,ma quel segnale forte nessuno era in grado di imporlo.Il segnale forte era,quello di istituire la moneta unica ma rimettere i dazi.I dazi avrebbero rallentato la trasumanza improvvisa verso i Paesi centrali.

killkoms

Dom, 27/05/2018 - 14:42

@beatoangelico,l'Italia della liretta (e della dc,costa ammetterlo) è arrivata ad essere la 6^ potenza economica mondiale! l'Italia,europeista,dell'€,sta diventando la fogna del mondo!

routier

Dom, 27/05/2018 - 14:52

Savona si, Savona no. Tutto quello che è contro QUESTA Europa e QUESTA moneta, va a favore dell'Italia. Fatevene una ragione.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 27/05/2018 - 15:03

Bravo, FRANCOaTRIER-Deutschchlanduberalles...delle 13.16. Beh, grazie del lume. Quell'"EBREO".. rivolto al Prof PAOLO SAVONA, è la cartina di tornasole della GERMANIA DI OGGI, identica a quella DI IERI: Sempre in deficit di "SPAZIO VITALE". Nulla da aggiungere, hai detto tutto da solo. Ancora tanti complimenti. BRAVO!

Nick2

Dom, 27/05/2018 - 15:20

Killkoms, l'euro è stato la nostra ancora di salvezza. Pagavamo interessi a doppia cifra sul debito e non potevamo continuare a farlo. Nessuno lo può negare. Il problema dell'Italia, purtroppo non è l'euro, ma la mancanza di innovazione (oltre alla malavita organizzata per la quale sarebbe da aprire un capitolo a parte). La micro e piccolissima impresa, volano della nostra economia nel secolo scorso, non sono più in grado di reggere il confronto con le grandi imprese mondiali. La produttività di una micro-impresa è inferiore alla metà di una con oltre 250 dipendenti e, di conseguenza, mentre la grande impresa può investire in innovazione, la piccola non riesce. Dagli anni 90, il lavoro, nel mondo è cambiato radicalmente, noi (tranne alcune eccezioni) lavoriamo esattamente allo stesso modo. A volte è comodo incolpare l’euro e toglierci le responsabilità…

Altoviti

Dom, 27/05/2018 - 15:20

È da secoli che Francia e Germania hanno preso l'abitudine di saccheggiare l'Italia e ci hanno sempre trovato degli alleati, ieri i vari signorotti delle signorie in lotta fra loro, oggi il PD e anceh i 5-Stelle, non c'è che da vdere come la Raggi e il PD prima hanno ridotto Roma.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 27/05/2018 - 15:46

Quanto rivela Franco-a-trier _DE_, sull'appartenenza ebraica di Paolo Savona, è il vaso di pandora che ci consegna la ratio profonda della lettura nazista che il nostro fa del popolo tedesco. IRRICEVIBILE. -15,45 - 27.5.2018

Controcampo

Dom, 27/05/2018 - 15:48

@maurofe 27/05/2018 - 12:36) Erratto! All'entrata dell'Euro 1 Marco Tedesco valeva solo 0,51 Euro oppure 990 Lire, ossia: 1 Euro pari 1'980 Lire italiane. Giusto, invece il valore in Lire che era di 1927,27. A calcolo fatto, la Lira era leggermente più forte del Marco Tedesco con un vantaggio di 53 Lire sull'Euro.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 27/05/2018 - 16:09

Tra CATTO-COMUNISTI all`Italiana, e NAZZI-SOCIALISTI IN GERMANIA, CHE CI HA GUADAGNATO SONO GLI INGLESI CHE SI SONO TOLTI DALL`UNIONE, UNA UNIONE COMINCIATA IN UNA SFERA DITTATORIALE CHE HA DATO UNICAMENTE PROFITTO ALLA GERMANIA, I FRANCESI INVECE, HANNO APPROFITTATO """INFINOCCHIANDO L`ALTA CLASSE PARLAMENTARE ITALIANA,CHE TANTO È PRESA NEL SACCHEGGIARE LA POPOLAZIONE, CHE NEPPURE SI ACCORGE, CHE "MACCHERONE, CON LA CULONA, SONO TROPPO INTERESSATI AL SUOLO ITALICO E NE FANNO DA PADRONI DETTANDO AL CAPO DI STATO VETI SU COME MANIPOLARE IL SISTEMA, PER IMPOVERIRE LA POPOLAZIONE"""!!!

tonipier

Dom, 27/05/2018 - 16:12

" IL FALLIMENTO DELLE ISTITUZIONI " Scandali, furberie, illeciti nella loro incessante reiterazione, costituiscono i fiori all'occhiello degli alfieri, dei big e capataz della democrazia politica italiana, i quali nella palude della immortalità si sollazzano senza ritegno a somiglianza di "MAIALI" che nel fango si rivoltano per vivere a proprio agio. Come si è posto, l'opera nefasta ed irresponsabile dei partiti, risoltasi nella instaurazione della più pervicace forma di partitocrazia, ha distrutto lo Stato, dissolto la Nazione, conculcato e soffocato l'amore della Patria finita nelle mani dei soliti ignoti.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 27/05/2018 - 16:34

Nick2 - Inutile usare i fatti e la logica, l'analisi e il confronto, con chi - e sono in molti qui - pratica la politica del "Piove, governo ladro". E` come appoggiarsi ad un muro, e il muro non c'e`.

peter46

Dom, 27/05/2018 - 16:35

Nick2...(2)...perchè in Italia si lavora non si fanno solo s ,e se si mette mano al parassitismo burocratico ed alla ricerca di una soluzione affinchè quei ca...voli d'interessi sul debito diminuiscano 'drasticamente',e magari financo con una 'PATRIMONIALE' di scopo(pp,se è l'unica soluzione 'drastica' ben venga),la germany e l'europa potrà poi 'imporre sto ca...volo. NB:E se fosse Savona la 'soluzione'?Meglio dei precedenti,se così inviso,non può che esserlo.NB:Poi ci sono i 'dettagli',ma quello tocca agli economisti,non a noi.Certo se chi di dovere(Berlù ed il cdx)avesse pensato di 'vigilare' fra distributori e consumatori, senza inviare il convertitore tarocco ma 'punendo' gli approfittatori pur se elettori di suo riferimento,sarebbe stata altra musica,certo.

killkoms

Dom, 27/05/2018 - 16:41

@nick2,ma perché non va a leggersi lo schema dell'evoluzione del debito pubblico italiano dal 1981 in poi?

chiara63

Dom, 27/05/2018 - 16:47

Non bisogna temere nè l'euro nè la Germania e tanto meno l'Europa a me spaventano molto di più degli inetti populisti come Salvini e Di Maio che utilizzano slogan e promesse irrealizzabili solo allo scopo di creare consenso e soddisfare il loro ego

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 27/05/2018 - 17:08

LA COLPA DI QUESTE PORCHERIE CHE LA GERMANIA FA HAI DANNI DEL;ITALIA HA UN SOLO NOME PD!INFATTI I TEDESCHI SONO STATI ABITUATI DA QUESTO PARTITO AL DISINTERESSE DEI NOSTRI INTERESSI IN EUROPA!É QUELLO CHE MI FA VOMITARE SONO I VARI PRAVDA99!CHIARA63!NICK2!TOTONNO58! KOMUNISTRONZI PER ECCELENZA CHE PER DECENNI HANNO CRITICATO BERLUSCONI CHE DIFENDEVA GLI INTERESSI ITALIANI IN EUROPA!É ADESSO SI RIVELANO PER QUELLI CHE ESSI SONO ANTIITALIANI COME LO É SEMPRE STATO IL PD!É IO SPERO CHE SI TORNI ALLE ELEZIONI PER FAR SCOMPARIRE PER SEMPRE IL PD DAL PARLAMENTO!UN PARTITO CHE HA SEMPRE TRADITO IL NOSTRO PAESE!.

Ercol

Dom, 27/05/2018 - 17:15

Speriamo che lo nominino ministro. Ci vuole una persona come Savona!

Epietro

Dom, 27/05/2018 - 17:18

Ma gli scienziati fuoriclasse che ci hanno governato che interessi hanno avuto nel far passare sotto silenzio questa questione, che forse non da subito, ma da parecchi anni evidente.

Nick2

Dom, 27/05/2018 - 17:41

Killkoms, il debito pubblico è schizzato dopo il divorzio fra Banca d’Italia e Tesoro. Per contenere l’inflazione, Andreatta e Ciampi decisero che, da quella data, i titoli del debito pubblico italiano rimasti invenduti sul mercato non sarebbero stati più acquistati dalla Banca d’Italia. Lo Stato fu costretto a collocarli sul mercato finanziario, con i tassi di interesse decisi dal mercato. Ma il problema è sempre lo stesso. I tassi si sono alzati fino ad arrivare a doppia cifra perché il mercato riteneva, allora come ora, l’Italia poco affidabile e nessuno avrebbe comprato titoli italiani allo stesso tasso di quelli francesi (per non parlare dei tedeschi). Per questo motivo l’euro ci ha salvati. E per questo stesso motivo non riusciremmo a sopportare l’uscita dalla moneta unica.

Anonimo (non verificato)

flip

Dom, 27/05/2018 - 18:09

franco ecc.ecc. non ce l'ho con merkel ma con quell'ixxxxxxxe di prodi e del suo amico ciampi che si sompo messi (ripeto) ad angolo acuto e non retto di fropnte alla merkel

flip

Dom, 27/05/2018 - 18:15

chiara63. forse hai ragione.

killkoms

Dom, 27/05/2018 - 18:38

@nick2,l'€ è stato il male e non la cura!la buba,come tutte ble banche statali tedesche,acquista i bund!la speculazione di soros,accadde 11 anni dopo,complice lo sme!dovemmo uscire dallo stesso e i mercati si stabilizzarono!quindi,cui prodest?solo alla germania!

disturbatore

Dom, 27/05/2018 - 19:00

L´Europa ha vissuto in pace per la contrapposizione fra due blocchi che non hanno mai voluto uno scontro diretto . Una contrapposizione nella quale l´Europa ha avuto un grande ruolo visto che ha potuto creare un grande mercato libero con le sue regole ecc. La creazione di questo mercato unico ha alimentato ogni volta la ricerca di soluzioni pacifiche . Oggi questa Europa si trova al crocevia di dover camminare con le proprie gambe e gli manca il respiro per fare il salto di qualita´. Ma il salto di qualita´deve essere di tipo economico culturale . Redistribuzione

Ritratto di mircea69

mircea69

Dom, 27/05/2018 - 19:09

@totonno, compagno sparasentenze totonno. Chissà perché per lei Savona ha sbroccato e chissà perché per Salvini sarebbe solo un capriccio. Per voi rossi è troppa fatica motivare vero?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 19:20

egregio Savona visto che ce l'hai con la Germania questi erano italiani: 1.parla di 100 ribCufra, considerata da Graziani "centro di raccolta di tutto il fuoriuscitismo libico", fu elli uccisi, 14 ribebombardata il 26 agosto e i ribelli inseguiti verso il confine con l'Egitto. Lo stesso Graziani lli passati per le armi e 250 fermati tra cui donne e bambini. Dopo una nuova insurrezione, il 20 gennaio 1931 la città è rioccupata dagli italiani; ne seguirono tre giorni di violenze ed atrocità impressionanti che provocarono la morte di circa 180-200 libici e innumerevoli altre vittime tra i sopravvissuti:[14]

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 19:21

2.17 capi senussiti impiccati, 35 indigeni evirati e lasciati morire dissanguati, 50 donne stuprate, 50 fucilazioni, 40 esecuzioni con accette, baionette, sciabole. Atrocità e torture impressionanti: a donne incinte venne squartato il ventre e i feti infilzati, giovani indigene violentate e sodomizzate (ad alcune infisse candele di sego in vagina e nel retto), teste e testicoli mozzati e portati in giro come trofei; torture anche su bambini (3 immersi in calderoni di acqua bollente) e vecchi (ad alcuni estirpati unghie e occhi)

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 19:21

i nazisti hanno fatto sicuramente di meno.

leopard73

Dom, 27/05/2018 - 19:28

POI VOGLIONO debellare la MAFIA!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 19:31

maurofe che belinate dici un euro vale al cambio Marco tedesco Marco tedesco - Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Marco_tedesco Tasso di cambio, 1 EUR = 1,95583 DEM (31 dicembre 1998). Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 19:31

maurofe che belinate dici un euro vale al cambio Marco tedesco Marco tedesco - Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Marco_tedesco Tasso di cambio, 1 EUR = 1,95583 DEM (31 dicembre 1998). Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 27/05/2018 - 19:34

chiara 63 hai ragione, con promesse false DiMaio è andato al governo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pinox

Anonimo (non verificato)

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Dom, 27/05/2018 - 20:10

Esiste una relazione tra l’ascesa politica dei partiti politici di Salvini e Casaleggio e la posizione che entrambe le formazioni hanno assunto nei confronti della Russia. La disgregazione dell’Unione Europea e del Patto Atlantico sono gli obiettivi strategici perseguiti dalla Russia, mediante supporto materiale ed attività HUMINT, presso forme politiche non tradizionali.

pasquale.lambog...

Lun, 28/05/2018 - 07:50

La verità sulla bocciatura di Mattarella al governo Conte? Nessuno voleva un governo con i ragazzi e i comici pentastellati, perché non credibili ma soprattutto senza esperienza e competenze nelle aree vitali di un PAESE... A COMINCIARE dall'economia, dalla finanza, etc. e per finire alla gestione del potere. Una forza politica costruita con i vaffa non va da nessuna parte... può vincere una battaglia, ma non la guerra del potere.

killkoms

Mar, 29/05/2018 - 09:50

@pasquale lamog,la crisi del '92,(innescata dalle speculazioni di soros col fondo quantum,e dall'ambiguo comportamento della germania di kohl) che tanto ci è costata,accadde con alla guida 2 vecchie volpi come amato e ciampi a bankitalia!e tenendo presente che ho una pessima stima dei grullini!