Il Partito anti Islam di Meluzzi e il Partito musulmano: due programmi a confronto

Il nuovo Partito anti islamizzazione (Pai) di Alessandro Meluzzi contro il (quasi) Partito islamico di Hamza Piccardo. I loro programmi a confronto

Milano spesso è stata il cuore della politica italiana. E lo è anche nella sua nuova declinazione: pro e contro Islam. L'inizio di luglio si sta rivelando molto importante per la nascita e l'istituzionalizzazione di due movimenti che adottano posizioni opposte rispetto alla religione musulmana: il Partito anti islamizzazione e il (quasi) Partito islamico. Due nuove realtà che, nei prossimi anni, potrebbero tuffarsi nell'agone politico per rappresentare gli interessi di chi si colloca su fronti opposti rispetto alla dilagante diffusione in Italia della religione islamica.

Martedì mattina è stato presentato a Milano, all'ombra della Madonnina, il Partito anti islamizzazione dello psichiatra criminologo e pastore ortodosso Alessandro Meluzzi. Un tricolore circolare come simbolo, il Pai nasce "per contrastare ogni forma di radicalizzazione. È un movimento culturale e politico per la difesa della Costituzione e perché i nostri valori costituzionali di libertà, di distinzione tra leggi religiose e civili siano preservati", ha spiegato Meluzzi insieme al segretario Stefano Cassinelli e al presidente Marco Di Prinzio.

Quali sono i punti più importanti del programma del Pai? Secondo Meluzzi, il nuovo partito vuole "affrontare il problema della convivenza in Italia e impedire che la legge religiosa possa prevalere su quella civile". Il core business del Pai è "limitare il flusso migratorio incontrollato e l'islamizzazione della nostra società", attraverso la salvaguardia delle tradizioni italiane da promuovere con lo stornamento verso i Paesi africani dei fondi impiegati per l'accoglienza in Italia, da impiegare in loco per scoraggiare l'immigrazione.

Tra le altre proposte del programma anche uno sguardo ai giovani e alle giustizia: controlli obbligatori da parte della Asl nelle scuole per scoraggiare l'uso di droghe e pene più severe (triplicate) verso politici e rappresentanti delle istituzioni giudicati colpevoli. Un mix di misure interne ed esterne per impedire che in futuro non diventi impossibile "mangiare il prosciutto in pubblico, avere mortadella nelle mense, appendere un crocifisso e fare il presepe a Natale o bere un bicchiere di whisky in un dehor", ha ribadito Meluzzi.

Se le forze anti-islamiche non stanno a guardare, si può dire la stessa cosa per i musulmani italiani. Nonostante alcune secche smentite, l'ex esponente dell'Unione delle comunità islamiche italiane (Ucoii) Roberto Hamza Piccardo starebbe viaggiando spedito verso la creazione del Partito islamico. Il 2 luglio, in via Maderna a Milano, si è riunita la Costituente islamica di cui Piccardo è segretario. Un'assemblea che, secondo l'ex esponente Ucoii, "vuole dare una rappresentanza democratica ai circa 2,6 milioni di musulmani italiani".

La Costituente islamica, che si è già riunita a maggio a Torino e Bologna e il 9 luglio sbarcherà a Roma e successivamente a Verona, Brescia, Napoli e Catania, è un'assemblea di 100 eletti con un consiglio di presidenza e varie commissioni. In attea di tramutarsi in Partito, ha già elaborato i punti più importanti del suo programma.

Il primo è siglare un'intesa con lo Stato italiano, ai sensi dell'art. 8 della Costituzione, "per dare ai musulmani un quadro legale nel quale muoversi", dice Piccardo, già criticato per avere ammesso di sognare un'Italia a maggioranza musulmana. "Quadro legale" significa abolire il diritto di critica all'Islam, prevedendo pene particolari per chi esprima opinioni negative o contrarie alla religione di Maometto. Inevitabile ripensare al giornalista di Libero Filippo Facci, sospeso due mesi dall'Odg per avere rivendicato il "diritto a odiare l'Islam".

E non è finita qui. La Costituente islamica punta anche a farsi riconoscere una tutela particolare per le feste islamiche. "Nel fissare i diari dei concorsi pubblici lo Stato tiene conto del rispetto del riposo sabbatico. Perché ai musulmani deve essere negata qualsiasi tutela? Io credo che lo Stato debba almeno riconoscere le due festività più importanti dell'Islam", ha spiegato Piccardo in un'intervista a Today.it di qualche tempo fa.

Quindi l'ultima richiesta, l'introduzione della poligamia in Italia. "Io e milioni di persone non condividiamo la relazione omosex e tuttavia essa è lecita e ne rispettiamo gli attori. I soggetti interessati sono comunque una minoranza, come lo sarebbero i poligami. L'intera società può accettarli tutti", disse Piccardo un anno fa.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 04/07/2017 - 16:12

Verranno attuati tutti gli stratagemmi per negare il crisma della costituzionalità a questo partito. E, alla fine, non se ne farà niente. Ovvero: come disperdere le forze e vivere di illusioni.

ohibò44

Mar, 04/07/2017 - 16:31

Leggendo l’articolo sembra che Roberto Hamza Piccardo e Davide Piccardo, quello che sogna l’Italia islamica, siano la stessa persona

nomen-omen

Mar, 04/07/2017 - 16:36

invece di creare un ennesimo partitino, meglio far convergere questi voti in un partito già esistente, tipo la Lega o Fratelli d'Italia che hanno posizioni simili sulla questione.

tosco1

Mar, 04/07/2017 - 17:18

Il rischio italiano e' che venga riconosciuta l'incostituzionalita' del partito anti-islam, mentre per i programmi del partito islamico, di cui si possono facilmente intuire i contenuti coranici, ampiamente conosciuti,sottomissori, antidemocratici, prevaricatori dei diritti delle persone, ecc.ecc, verra' dato il via libera costituzionale. Delle alti corti italiane, mi e' rimasta poca fiducia, alla mia eta'. Tutti si ricordino sempre che la parola Islam significa "sottomissione". Qualcosa vorra'significare.

Marcello.508

Mar, 04/07/2017 - 17:20

Contrastare gente come i Piccardo è cosa sacrosanta, corretta: Meluzzi fa bene. Corano e Sunna sono due componenti della così detta Legge Islamica identificabile nella Shari'a. Il fatto che l'Islam divida il mondo in due sfere (quella della pace dove regna la Legge e quello della guerra dove la Legge ancora non è maggioritaria). che ad es. l'omosessualità è considerato per l'Islam un reato grave (spiegarlo a certi personaggi al governo sarebbe opportuno ma tant'è: sono più sordi di mille campane..), che 1,8 mld. di persone vogliano imporre circa 5,6 mld di persone le loro regole è semplicemente indice di follia allo stato dell'arte. Bisognerebbe dirlo anche al Pampero, se ci sente anche lui!

claudio faleri

Mar, 04/07/2017 - 17:47

l'islam è lo schifo che conosciamo,inutile ragionarci, mandano in televisione i servi a recitare la lezione ma chi comanda è di ben altra consistenza, vogliono occupare e comandare

claudio faleri

Mar, 04/07/2017 - 17:49

il nostro picardo certamente è ben pagato per fare proseliti oppure è un gran bastardo ma penso più che si riempia il portafogli

cianciano

Mar, 04/07/2017 - 17:57

...oramai siamo alla frutta.....

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mar, 04/07/2017 - 18:07

Lepanto, prima o poi...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 04/07/2017 - 18:08

Un partito religioso(sic) ed un partito anti(sic)....il degrado della politica.Questo avviene perchè le forze politiche italiane sono incapaci di dare loro risposte e di togliere il terreno sotto i piedi di queste persone.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 04/07/2017 - 18:27

Ogni iniziativa per contrastare l'avanzata dell'islam è benvenuta. Però invece di un partito forse è meglio dare un aiuto concreto alla lega di Salvini.

restinga84

Mar, 04/07/2017 - 18:47

Il Sig. Piccardo,con l`Islam, ha risolto il problema della sua vita. Lo stato del Qatar e`il suo riferimento.

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 04/07/2017 - 19:06

pastore tedesco, pastore maremmano questi li conoscenvo ma pastore ortodosso dove l'avete tirato fuori?

Cheyenne

Mar, 04/07/2017 - 19:31

COSE DA PAZZI. STRANIERI CHE COMANDANO IL NOSTRO POVERO PAESE. NO ISLAM NO MAOMETTO W MELUZZI . NEL SUO PROGRAMMA VA MESSO IL DIVIETO DI COSTRUIRE MOSCHEE, DELLA POLIGAMIA, DELLA SHARIA, DI VESTIRSI ALLA MUSSULMANA (LEGGE GIA' FATTA DA ATATURK E ELIMINATA DALL'ISLAMICO ESTREMISTA ERDOGAN).

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 04/07/2017 - 19:32

---caro meluzzi---non si sente forse abbastanza rappresentato da partiti politici come la lega e fratelli d'italia?---troppo morigerati per le sue idee?---che ne dice allora di -CasaPound Italia- -Forza Nuova- -Movimento Fascismo e Libertà - Partito Socialista Nazionale- -Movimento Idea Sociale- -Movimento Sociale Fiamma Tricolore---????---ancora troppo poco?---come mi dispiace--swag ganja

ClioBer

Mar, 04/07/2017 - 20:33

Apprezzo l’iniziativa, ma consiglierei a Meluzzi di studiarsi bene Torah e Corano, nonché leggere tutto ciò che può dell’esegesi degli ulema. Poi, magari, approfondisca in che modo scomparve il culto della Dea madre, Iside, nonché che fine fecero le decine di milioni di persone che, dal sud dell’India e parte della penisola arabica, professavano il mazdeismo. Alla fine, sono certa, comprenderà che ci vuole ben altro, che dei pannicelli caldi e delle buone intenzioni, per fermare l’islam. In ogni caso, in bocca al lupo.

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Mar, 04/07/2017 - 21:58

Mi spiace per Meluzi,ma si sta scavando la fossa da solo........nemmeno lui si rende conto che nuotare controcorrente in questo Paese,non paga.....

fabiod

Mar, 04/07/2017 - 22:28

meluzzi avrà il mio voto....

Ritratto di sachiel333

sachiel333

Mar, 04/07/2017 - 22:29

FUORI GLI INFEDELI ISLAMICI DAL SACRO TERRITORIO CRISTIANO D'ITALIA!!!

Ritratto di sachiel333

sachiel333

Mar, 04/07/2017 - 22:34

L'ISLAM E' TOTALMENTE INCOMPATIBILE (INCOSTITUZIONALE) CON LO STATO DI DIRITTO E LE FONTI GRECO ROMANE E CRISTIANE CHE LO HANNO GENERATO, IN QUANTO NON RELIGIONE COME SI VUOL FAR CREDERE MA IDEOLOGIA PEGGIORE DEL COMUNISMO E DEL NAZISMO!!DOVE VIGE LA SHARIA C'E' LA TOTALE NEGAZIONE DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA PERSONA E DELLA SUA DIGNITA'!! PICCARDO IL SUO PARTITO SE LO VADA A FARE IN MAROCCO O IN ARABIA SAUDITA O QATAR DAL SUO AMICO EMIRO CHE FINANZIA GLI ANIMALI DELL'ISIS!!

acam

Mer, 05/07/2017 - 00:03

ho scritto ieri come aggirare di fare un partito contro mi sono ingegnato a limitare i caratteri e dire tutto quanto serve alla mitigazione delle ostilità, invero è urgentemente necessario frenare i radicalismo religioso ma non è bene essere contro alle idee in generale ponendo l'accento su quelle aggressive, ribellandosi alle asserzioni intelligenti come 2vi sottometteremo con le vostre leggi. già questa idea è contro i diritti occidentali che non prevedono la sottomissione di alcuno essere umano. è necessario mettere in evidenza la nostra comprensione ma anche sottolineare per chiarezza di intenti, la prevalenza del diritto occidentale permissivo e comprensivo ma non sottomesso ad alcun ideale chiunque l'abbia sostenuto o lo sostenga.

acam

Mer, 05/07/2017 - 00:04

Chi ambisce a essere cittadino della repubblica dovrà rispettare i suoi ordinamenti e abiurare tutto ciò che vi si professi contro, chi contravviene sarà accusato di alto tradimento, chiarendo l'incompatibilità di quanto scritto nel corano contro altri fedeli e i loro comportamenti, citando relative pene. Per essere chiari e inconfutabili si estende quanto detto anche a chi abbia già prestato in passato giuramento per la nazionalità. L‘appartenenza ad altre fedi o ordinamenti giuridici non costituirà mai motivo giustificante la trasgressione della costituzione della repubblica.

acam

Mer, 05/07/2017 - 00:11

nomen-omen Mar, 04/07/2017 - 16:36 invece di creare un ennesimo partitino, meglio far convergere questi voti in un partito già esistente, tipo la Lega o Fratelli d'Italia che hanno posizioni simili sulla questione. c'è una parte di elettorato che non voterebbe più i partiti da te chiamati in causa. i componenti di tale astensione non sono pochi e farli rientrare a favore di un centro destra di nuovo crescente non mi sembra cosa errata

Ritratto di Evam

Evam

Mer, 05/07/2017 - 02:12

Un partito anti-islam è solo un partito contrario e contro il satanismo.

Popi46

Mer, 05/07/2017 - 06:58

Accordi tra Stato e Chiesa sono stati siglati nei Patti Lateranensi, ma lì si trattava di armonizzare cacio e maccheroni. Penso che l'intesa tra diavolo ed acqua santa non riuscirà altrettanto bene. Un suo perché la Storia ce l'ha

brunicione

Mer, 05/07/2017 - 08:31

Articolo 1- Vietata la vendita della MORTADELLA su tutto il territorio nazionale !!

Renee59

Mer, 05/07/2017 - 09:00

Nomen-Omen, d'accordissimo. Troppi partiti aumentano la confusione. Meluzzi dovrebbe dare un aiuto alla Meloni e alla Lega di Salvini, che già si adoperano per questo problema.