Le 5 domande di Borghezio a Barroso

La mania delle «N» domande impazza e contagia anche Mario Borghezio, eurodeputato della Lega Nord. I suoi quesiti sono cinque e il destinatario è il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso.
Gli argomenti spaziano dall’immigrazione agli Ogm. «Intende continuare a favorire in tutti i modi l’introduzione degli Ogm nell’agricoltura europea? Perché piuttosto l’Ue non si impegna a difendere il prezzo del latte e degli altri prodotti?», si chiede Borghezio. E ancora: «Perché nel suo programma non è rintracciabile la parola “Islam”? Non ritiene politicamente corretto, nemmeno quando parla di terrorismo, denunciare il pericolo del terrorismo fondamentalista islamico?». Vuol dire chiaramente se e con quali modalità devono avvenire le operazioni di respingimento delle barche di clandestini?». «Per quale motivo lei, “popolare europeo”, non ritiene di fare riferimento alle radici cristiane dell’Europa?». Infine un riferimento al Bilderberg Club, la leggendaria super lobby atlantica: «Lei è il candidato di libere forze politiche o del Bilderberg Club, alle cui segrete riunioni non manca quasi mai di partecipare?».