Ad Albaro sempre gli stessi problemi

Ad Albaro sempre gli stessi problemi

Capisco benissimo che i problemi che denuncio per Albaro forse non sono tra i più importanti. Sono però un segnale di costume che non accetto: non accetto l’arroganza di chi dichiara di essere al servizio dei cittadini (per Sua scelta) e poi non li ascolta. Non accetto che considera il prestigio un derivato del potere. Non accetto chi cerca solo il consenso dove c’è la già. Non accetto chi minimizza i problemi denunciati dagli altri se non li condivide o tanto meno se non li conosce e li sottovaluta.
Non credo giusto che si lasci degradare un quartiere solo perchè non interessa elettoralmente non credo giusto che si trascuri un quartiere perchè non «scende in piazza» non credo giusto che decine di persone si debbano riunire in «comitato spontaneo» per denunciare un problema: oggi l’invasione dei «ratti» - vedi giardini antistanti la Chiesa di S. Teresa non credo che sia giusto che si debba arrivare agli Avvocati per denunciare l’inadempienza della Civica Amministrazione (perchè lo possono fare solo in pochi privilegiati) - vedi Corte Lambruschini su strada e bruco.
Beppe Damasio

Commenti